EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Eurail: nuova organizzazione e allineamento del portfolio prodotti

02/12/2019 15:37
Buoni risultati dal progetto Discover Eu, sono stati 50mila i 18enni che hanno viaggiato con il pass dall'inizio del programma a giugno 2018 - di Stefania Vicini

"La vacanza inizia quando si sale sul treno", parte da questo assunto Massimiliano Astrologo, presidente del consiglio di amministrazione di Eurail, intervenuto durante una recente conferenza stampa a Milano, promossa da Interrail e Trenitalia. "Il 2019 è stato un anno importante per Eurail, con più pass Interrail venduti e passeggeri in crescita grazie ad una nuova organizzazione e all'allineamento del portfolio prodotti".
Come illustrato dal manager le due società con cappello Eurail (Eurail Group e Eurail.com) sono diventate una sola organizzazione, "è stato creato un unico soggetto - fa presente il manager -, cioè Eurail, che si occupa della commercializzazione, della vendita e degli accordi con le imprese ferroviarie partner". 

Il manager si sofferma sui numeri, osservando che nel 2019 c'è stato un +20% di crescita "per un prodotto che, da alcuni punti di vista, ancora non ha completato la propria evoluzione, dimostra quindi che ha ancora un potenziale enorme, non sfruttato, sono pertanto dei numeri importanti", osserva. 

Il terzo aspetto messo in luce è quello del portfolio e pricing allineati, "prima parlavamo in modo diverso del prodotto Eurail e del prodotto Interrail, il primo venduto all'overseas, il secondo agli europei. C'erano anche modelli di distribuzione diversa, uno legato alla commissione e l'altro con un prezzo netto, con il primo gennaio 2019 si è arrivati ad un unico prodotto". E questo perchè "in un mondo digitale la differenza tra cliente francese, tedesco o americano sostanzialmente è venuta meno, il che, nell'ottica di semplificazione, è un risultato importante - sottolinea il manager -. Prima si cercava di raggiungere le singole nicchie di clientela, ma con la semplificazione del portafoglio ora si ha la possibilità di vendere o il One Country o il Global Pass, piuttosto che tutta la parte intermedia che rendeva complessa la distribuzione del prodotto. E' stato un risultato che ci ha dato ragione, premiando il coraggio". I numeri lo dimostrano, con il +24% dal punto di vista degli incassi e il +20% dei passeggeri "per un prodotto su cui stiamo lavorando per renderlo sempre più competitivo, ricco ed integrato, per estendere il nostro network nel modo più importante possibile", fa sapere il manager.

Un progetto che ha aiutato è stato Discover Eu, lanciato dall'Unione Europea per far conoscere ai giovani la cultura, la storia, la cucina dei diversi Paesi. Per far conoscere il dna europeo e farli entrare in contatto con i propri coetanei. "Da quando è partita l'iniziativa (giugno 2018, ndr), oltre 50mila 18enni hanno usufruito di un pass, un numero importante a testimonianza di quanto si è voluto investire in questo prodotto - commenta il manager -. Perchè Interrail? Per l'attenzione che i giovani danno al tema dell'ambiente e nel 2019 l'argomento è venuto fuori a più riprese. Il treno, dal punto di vista delle emissioni, è un modo friendly di viaggiare, che si coniuga perfettamente con il progetto Discover Eu".

Stefania Vicini


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte