EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Itb Berlin e Ipk International: viaggi outbound dall'Europa in crescita

03/12/2019 15:25
Le ultime tendenze di viaggio nel Vecchio Continente dal World Travel Monitor: tra i risultati, i city break hanno registrato nuovamente un forte aumento

Durante i primi otto mesi del 2019 i viaggi di andata dall'Europa sono aumentati del 2,5 per cento. I viaggi outbound dall'Europa orientale hanno registrato un tasso di crescita più elevato rispetto a quelli dall'Europa occidentale. Oltre al sette per cento, i city break hanno registrato nuovamente un forte aumento. L'aumento dei viaggi in Germania del 4% è stato superiore alla media europea. Le prime analisi di tendenze del World Travel Monitor di Ipk prevedono una maggiore crescita dei viaggi outbound dall'Europa per il 2020. Il World Travel Monitor si basa sui risultati di interviste rappresentative con oltre 500.000 persone in oltre 60 paesi in tutto il mondo. È stato compilato per più di 20 anni ed è riconosciuto come l'indagine continua più ampia delle tendenze di viaggio globali.

Dopo un forte aumento del 5% l'anno scorso, durante i primi otto mesi del 2019 i viaggi outbound dall'Europa sono aumentati del 2,5%, una cifra più debole rispetto allo scorso anno e inferiore alla media globale del 3,9%.

Osservando i singoli mercati di origine europei, si nota la crescita superiore alla media nei Paesi dell'Europa orientale, più elevata che nell'Europa occidentale. Durante i primi otto mesi del 2019 i viaggi outgoing dalla Russia sono aumentati del 7%, dalla Polonia del 6% e dalla Repubblica Ceca del 5%. In confronto, i tassi di crescita dei mercati di provenienza dell'Europa occidentale erano significativamente più bassi. I viaggi outbound dalla Germania sono aumentati del 2%, così come quelli provenienti da Paesi Bassi e Svizzera. Al tre per cento, la crescita dei viaggi outbound dall'Italia e dalla Francia, leggermente più elevata.

Per quanto riguarda le scelte di destinazione, durante i primi otto mesi del 2019 i viaggi in Europa hanno registrato risultati migliori (più il tre per cento) rispetto all'Asia (due per cento). I viaggi a lungo raggio degli europei in America, che negli ultimi anni erano aumentati solo leggermente, sono stati nuovamente in aumento (più il tre per cento).

Dopo la stagnazione dell'anno scorso, la Spagna, la destinazione turistica più popolare in Europa, ha ottenuto di nuovo una leggera crescita (l'uno per cento). Tuttavia, le mete sovraperformanti durante i primi otto mesi dell'anno sono state soprattutto Turchia, Portogallo e Grecia. Al quattro per cento, anche la Germania, che ha registrato un aumento superiore alla media dei visitatori dall'Europa. Al contrario, il Regno Unito ha nuovamente registrato un calo dei visitatori (meno il cinque per cento).

Complessivamente, i viaggi delle vacanze sono aumentati del tre per cento durante i primi otto mesi del 2019. Al sette per cento, i city break sono stati il principale fattore di crescita, seguiti dalle vacanze in campagna e dalle crociere, entrambe cresciute del cinque per cento. Le vacanze al sole e al mare, ancora il tipo di soggiorno più popolare, hanno registrato una crescita del 2% nello stesso periodo. I viaggi di andata e ritorno, dopo essere aumentati significativamente l'anno scorso, sono aumentati solo dell'1% quest'anno.

Ipk International prevede che nel 2020 i viaggi outbound degli europei aumenteranno del 3-4%, quindi ci si aspetta un tasso di crescita più elevato rispetto al 2019. Questa previsione si basa sui risultati del "World Travel Confidence Index" di Ipk International, che nell'ambito del World Travel Monitor esamina le intenzioni di viaggio delle persone per i prossimi 12 mesi.

Rolf Freitag, ceo di Ipk International, presenterà i risultati finali del World Travel Monitor per il 2019 all'Itb Future Day della Itb Berlin Convention insieme alle previsioni per il 2020.

Itb Berlin 2020 si svolgerà da mercoledì 4 a domenica 8 marzo e da mercoledì a venerdì sarà aperto solo ai visitatori commerciali. Nel 2019 un totale di 10.000 aziende e organizzazioni di 181 Paesi hanno esposto i loro prodotti e servizi a circa 160.000 visitatori, tra cui 113.500 visitatori professionali. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte