EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Parma 2020 il piano strategico della cultura

04/12/2019 11:32
La capacità di lavorare assieme, superando le differenze, la nascita della squadra, il coinvolgimento del mondo delle imprese, tra i fattori alla base del successo della nomina a Capitale italiana della cultura - di Stefania Vicini

"La Capitale europea capiterà per ogni singolo Paese, quindi anche all'Italia, ogni 14 anni visto che sono 27 Paesi a partecipare alle due capitali, pertanto abbiamo pensato perché non immaginare un meccanismo ugualmente virtuoso che metta in moto una sana competizione tra città, progettazione, coinvolgimento del pubblico e del privato? Così è partita qualche anno fa la Capitale italiana della cultura che è cresciuta anno per anno come qualità e competizione con sempre più città che partecipano e una sempre più alta qualità della sfida, positiva e virtuosa che, per il 2020, è stata vinta da Parma. Adesso arriva il momento di iniziare". Questo, in sintesi l'intervento di Dario Franceschini, ministro per i beni e le attività culturali e per il Turismo, che ieri ha affidato il suo saluto ad un video messaggio in occasione della presentazione uffciale di Parma capitale italiana della Cultura 2020, a cui non ha più potuto partecipare, a seguito della presentazione del nuovo regolamento del ministero, approvato ieri dal Cdm che istituisce la Direzione generale Turismo.

Commentando Parma 2020, il ministro ha messo in luce che si tratta di una "grande occasione che per Parma sarà una definitiva affermazione sul piano internazionale, la Capitale italiana ha questo di bello, coinvolge nella progettazione, attrae turisti... guardate cosa è capitato a Matera quest'anno, coinvolge i viaggiatori ed accredita l'immagine della città su alcuni grandi temi". Parma, ha sottolneato il ministro, "ha tutto, tra arte, bellezza, storia, enogastronomia".

Gli atout

Una terra "capace di stupire - ha messo in luce il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini -, dalla parte orientale, con un mare che naturalisticamente non vale altri mari, si sono inventati una industria turistica che attrae milioni di turisti da tutto il mondo, dalla parte dell'Emilia ci sono comparti manifatturieri la cui eccellenza è riconosciuta nel mondo, pensate che nello scorso anno ogni emiliano romagnolo avrebbe esportato da solo 14mila e 500 euro a testa, 63 mld di euro che ci collocano prima regione per export pro capite, mettendoci alle spalle la Lombardia e il Veneto", ha sottolineato il presidente.

Motori, meccanica, enogastronomia, biomedicale, agroalimentare, sono alcuni dei campi in cui la regione si distinuge, "una terra che si difende anche sulla moda e sul fashion, merito di imprenditori che hanno un costo del lavoro per unità di prodotto molto più alto di altre parti del mondo, ma che realizzano prodotti e manufatti inimitabili".
Poi l'accenno alle infrastrutture, "siamo serviti molto bene con tre stazioni ad Av, aeroporti, autostrade. Parma 2020 è tutto questo un incrocio di culture, opportunità, abbiamo saputo lavorare assieme, mettendo da parte le differenze geografiche e politiche - ha detto il presidente -. Sono grato ai sindaci di Parma, ma anche di Reggio Emilia e di Piacenza. Quando anni fa andarono in finale assieme ad altre 7 città, venne detto se vincerà qualcuno di voi facciamo in modo che avrete vinto tutti e tre assieme, infatti, da qualche anno stanno lavorando assieme perchè vogliamo che chi verrà a Parma possa fermarsi qualche giorno in più, quello è l'indotto economico e visitare le bellezze". 

I numeri della regione

Bonaccini parla di numeri, sottolineando: "Siamo una regione che negli ultimi 5 anni è passata da 45 a 60 mln di presenze turistiche, quelle che fanno la differenza. Parma 2020 è una grande opportunità che si colloca anche nell'idea di una Emilia Romagna molto aperta, siamo aperti al mondo perchè ogni anno da lì arrivano milioni e milioni di persone".
A fare da corollario un programma che permetterà di dimostrare anche "qual è la forza della regione, che ha saputo mettere in campo la forza di imprenditori, maestranze, istituzioni, del mondo della cultura e del volontariato" e che è arrivata ad una consapevolezza molto chiara, "investire in cultura e investire in sapere è la prima missione dei prossimi decenni se vogliamo vincere la sfida con i territori più competitivi in Europa e nel mondo", ha aggiunto il presidente. Da qui la scelta di triplicare i fondi alla cultura "in questi cinque anni, abbiamo dimostrato come per ogni euro che si investe in cultura ce ne sono 3, 4 o 5 euro che ritornano nel territorio e possono anche creare occasioni di lavoro". 

Il ruolo delle imprese

Tra le chiavi del successo alla base di Parma 2020 c'è anche l'aver saputo coinvolgere il mondo delle imprese. "E' un impegno iniziato 2 anni e mezzo fa - osserva Alessandro Chiesi, presidente Parma, io ci sto! e fondatore Comitato Parma 2020 -, quando l'assessore Guerra è venuto a proporci questa sfida, da lì è nata l'idea di fare qualcosa di diverso, le imprese sono state chiamate a partecipare alla definizione del dossier, è una cosa nuova, in quanto non è scontato che l'impresa quando si parla di cultura abbia voce in capitolo - osserva Chiesi -. Abbiamo portato il punto di vista delle imprese".
Un'altro punto di forza è stato il fatto che "si è formata una squadra, il meccanismo instaurato ha permesso di lavorare per costituire non un progetto su un anno, ma un piano strategico della cultura sul nostro territorio". Da qui la nascita del Comitato Parma 2020, assieme all'Unione Parmense degli industriali, ossia quello strumento "collegiale che ha permesso di far partire la macchina e per le imprese è un'occasione importante, con due progetti presenti nel dossier, Imprese aperte e la call Imprese Creative Driven, attraverso le quali coinvolgiamo le imprese perchè siano riconosciute anche come luoghi di produzione di cultura. Parma 2020 è l'opportunità per iniziare un viaggio". 

Stefania Vicini


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us