EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Msc, arriva la nuova brand campaign milionaria

09/01/2020 15:15
“Il mare oltre” costa due milioni di euro nel solo mese di gennaio in Italia. Il piano ha diffusione globale e andrà avanti tutto l’anno - di Paola Olivari

Da domenica 12 gennaio la nuova campagna Msc Crociere “Il mare oltre” sarà online in Italia sui più importanti canali televisivi, la cartellonistica, i media e il web.

“Il nostro brand parla di identità, affidabilità e storia”, spiega Andrea Guanci, direttore marketing Msc Crociere. “La campagna multicanale mondiale, che ne riprende i valori, è accompagnata dalla musica originale del maestro Morricone e nel suo percorso esalta le caratteristiche delle acque e il benessere che il loro contatto porta. In antitesi al red mind dello stress, il blue mind dettato dall’acqua è fonte di wellness psicofisico. Il nostro cervello è composto per l’80% da acqua e il biologo marino Wallace J. Nichols ha dimostrato che la relazione con l’elemento liquido fa stare bene. Il 70% del globo è coperto da acque, il cui 93% è salato. A questa molecola sono legate le memorie più profonde. Così, l’esperienza dei nostri viaggi continua anche dopo grazie al potere del mare, che possiamo verificare con tutti i nostri sensi. Il contatto con gli oceani aumenta la creatività e rafforza le emozioni. Da tutto questo è nato “Il mare oltre”, con il desiderio di creare un’alleanza con il mare stesso e aiutare nostri ospiti ad andare "oltre" nelle loro esperienze”.

La campagna del brand, che non passerà in radio, con una previsione di contatti lordi di 500milioni attraverso piano televisivo, costa 2 milioni di euro soltanto a gennaio in Italia. Andrà avanti per tutto l’anno in 30 Paesi, compresi Usa e Cina.

Una crescita a doppia cifra per volumi e redditività contrassegnano un 2019 definito “anno record per mercato italiano” da Leonardo Massa, country manager Msc Crociere. “Anche il prezzo medio è aumentato. Il successo deriva, su tutto, dai Caraibi e, nell’inverno, dall’incredibile risultato degli Emirati. Il 2020 ci vede ottimisti, con prospettive ancora migliori. Il prodotto sta funzionando e non smetteremo di investire sul settore”, ha confermato il manager.

Duecentoventuno itinerari, 211 porti in 83 Paesi. Tutto il nostro business è legato al mare, a partire dal core cargo, con le sue 500 unità, e le 17 navi da crociera, con altre 12 di classi differenti in arrivo entro il 2027. La nostra è un’azienda familiare che da oltre 300 anni lavora con il mare e questo implica la scelta sugli investimenti. Nel 2019 sono arrivate le due nuove Bellissima e Grandiosa da 900 milioni di euro ciascuna per oltre 4600 camere. Msc ha fatto registrare 127mila ospiti nel 2003, nel 2020 chiuderemo con quasi tre milioni di ospiti, corrispondenti a 21 milioni di pernottamenti e oltre 70 milioni di pasti serviti. Nel ’27 cresceremo dell’80% e gli ospiti saranno 5,4 milioni. In Italia, nel 2019, sono arrivati 12 milioni di turisti via mare. L’industria crocieristica cresce da oltre vent’anni e lo farà anche in futuro. E soprattutto per Italia questo rappresenta un drive importante. Tutti i maggiori player stanno costruendo nuove navi e il nostro Paese vanta la leadership a livello mondiale per la cantieristica d’eccellenza, la posizione baricentrica, le migliaia di chilometri di coste e i molti porti. Abbiamo avviato il progetto extralusso presso Fincantieri di Monfalcone per quattro navi da 500 suite per offrire prodotti e itinerari molto differenti. Credo ci sarà sempre più spazio per le navi più piccole. Inoltre, nel 2015 c’è stato un investimento di 200 milioni per rinnovare parte della flotta”.

“Cifre e dinamiche - ha spiegato Massa - ci impongono responsabilità e rispetto per il mare. E tra le novità del 2020 ci fregiamo di essere prima azienda al mondo nella crocieristica carbon neutral. Grazie alla compensazione con Blue carbon credit vantiamo oggi un saldo zero e nel 2022 disporremo di cinque navi con carburante fossile naturale a zero emissioni. Il nostro impegno è ad ampio spettro: 80% dei prodotti a bordo viene riciclato, abbiamo realizzato studi sulle acque reflue, cambierà la forma delle navi. Nel ’22 arriverà la Europa da 6700 ospiti con la prua rovesciata”.

Nel 2019, in ottica di social responsibility e sostenibilità, è nata la Msc Foundation. Grazie questa iniziativa, tra le altre cose, sono state costruite 41 scuola in Costa d’Avorio con materiali plastici riciclati appositamente trattati e raccolti oltre 10 milioni di euro per i bisognosi delle favelas brasiliane. Per la sensibilizzazione degli ospiti, sulla Grandiosa c’è un corner dedicato alla fondazione e ai suoi progetti.

“Inoltre - ha aggiunto - nessun’altra azienda al mondo fatto una cosa come l’Ocean Cay Msc Marine Reserve. L’isola era un sito industriale, l’abbiamo noleggiata per 99 anni dalle Bahamas, rimosso materiali, bonificata e immaginata come oasi naturale per nostri ospiti. Oggi è una riserva naturale protetta con centro di studio per le tartarughe marine”.

“Per quanto riguarda Venezia - ha concluso Massa - ci diano un’alternativa. Ci atterremo a questa senza problemi”.

Nel 2020 è previsto un varo nel secondo semestre.

Paola Olivari

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us