EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Uvet: "Le adv sono in rapida accelerazione"

03/02/2020 09:42
Il comparto punta sul proprio ruolo di consulente, sulla capacità di organizzare viaggi in autonomia. Si investe sempre di più in strumenti digitali orientati ad intercettare nuove fasce di clientela - di Stefania Vicini

Rapida accelerazione. E' ciò che "l’evoluzione del settore delle agenzie di viaggi sta vivendo negli ultimi mesi. I recenti fenomeni aggregativi, le politiche commerciali e la progressiva riduzione dei player della produzione stanno caratterizzando questo inizio d’anno. Il tutto ovviamente accompagnato dai cambiamenti in corso relativi agli stili di vita e alle abitudini di acquisto di un consumatore sempre più digitale”, commenta a Guida Viaggi Andrea Gilardi, amministratore delegato Uvet Network Spa.

In questo scenario la chiusura delle adv è un fenomeno che si è affievolito o resta di primaria importanza? A detta del manager si tratta forse "dell’elemento di maggior rilievo negli ultimi mesi. Il mercato delle agenzie di viaggi continua a registrare un saldo negativo tra nuove aperture e chiusure. Il trend è abbastanza costante anche se in queste prime settimane del 2020 sembra essere caratterizzato da maggiore sfiducia e quindi da un numero di chiusure superiore alla media - afferma Gilardi -. Spesso si tratta di agenzie storiche dalle dimensioni medio piccole ". La causa? é forse da ricondurre al fatto che "non hanno saputo modificare il proprio approccio al cliente e che, quindi, fanno più fatica ad intercettare un volume di business sufficiente a garantire una gestione soddisfacente del punto vendita".

In tutto ciò che tipo di evoluzione stanno avendo i punti vendita? "Le agenzie si stanno riorganizzando velocemente per garantirsi la propria continuità sul mercato. Puntano sempre di più sul proprio ruolo di consulenti, nei confronti di un cliente alla ricerca di sicurezze e garanzie, e sulla capacità di organizzare viaggi in autonomia. A fronte della progressiva e inesorabile evoluzione anche del carrello di prodotti acquistabili in agenzia, si investe sempre di più in strumenti digitali orientati ad intercettare nuove fasce di clientela", osserva il manager.

Gli investimenti digital

Un terreno, quello digital, che vede in azione anche Uvet Travel System, che "è tornata a presidiare in maniera attiva ed innovativa il mercato - afferma Gilardi -. I progetti più importanti del 2020 ci vedono impegnati sul fronte del digital sia in termini di prodotto (dinamico e statico) sia in termini di comunicazione (prevalentemente social) e sul tema della legalità e delle garanzie verso il consumatore". Il manager ricorda anche il progetto dedicato per il mercato del Centro-Sud che era stato lanciato durante la recente edizione del BizTravel Forum, il suo nome è Made4Sud "con un bouquet di prodotti e servizi particolarmente orientati a soddisfare le esigenze di un mercato con caratteristiche peculiari". 

Obiettivi 2020

Parlando di numeri, a fronte di una crescita affiliativa organica nel 2019 pari a circa il 7%, per l’anno 2020 l’obiettivo è tarato "su un ulteriore recupero di presidio del territorio con un aumento stimato del 10%. Chiaramente - spiega il Gilardi - non si tratta solo di un obiettivo quantitativo, ma di un dato da incrociare con la tipologia di agenzia alla quale ci rivolgiamo. Cerchiamo agenzie capaci di innovare e di credere sempre di più in una partnership con uno dei maggiori player dell’industria turistica italiana", afferma.

Stefania Vicini


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us