EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Stati Uniti, le criticità non fermano l'incoming

26/02/2020 09:45
Il Connect travel marketplace in Florida fa il punto sugli arrivi negli Usa: in Europa brilla la Spagna, Italia a +1%. Presenti in fiera 18 tour operator tricolori

Decimo anno di espansione consecutivo – malgrado le criticità – per l’incoming statunitense. La conferma è arrivata dal Connect travel marketplace di Kissimmee, Florida, che ha visto quest'anno la partecipazione di diversi t.o. italiani, precisamente 18.

I viaggi verso e negli Stati Uniti sono cresciuti del +2.4% tra dicembre 2018 e dicembre 2019, con gli arrivi internazionali che nel mese di dicembre 2019 hanno avuto un leggero incremento (0.8%), il secondo e unico dopo gli ultimi sette mesi del 2019.

Dal punto di vista politico, il Congresso ha fatto il passo importante verso la promozione internazionale nel riconfermare i programmi di marketing di Brand Usa - come ha affermato il presidente e ceo della U.S. Travel Association, Roger Dow, aggiungendo che la spesa del turismo internazionale é vitale per ridurre il deficit nel commercio e garantire la buona salute dell'economia americana. L'Italia sembra mantenere circa l'1% di incremento di visitatori, la Spagna brilla nel panorama europeo con il 7% d'incremento, mentre il Giappone registra una tendenza in forte aumento, nazione leader in Asia per l'outbound verso gli Usa. Tra le questioni che al momento limitano l'incoming globale, la fiera ha messo in luce i temi del Coronavirus, della recessione economica, il clima politico interno negli Stati Uniti, le tensioni internazionali inerenti il commercio e la Brexit.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us