EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Nel DL agosto nuove indennità per il turismo

31/07/2020 12:48
Franceschini conferma che si sta lavorando su tre priorità: prolungamento degli ammortizzatori sociali; sostegno alle imprese e aiuto ai settori più colpiti, adv e t.o.

Sta circolando in queste ore la bozza del DL agosto che, come si legge su fonti di stampa, conferma lo stop dei licenziamenti fino al 31 dicembre 2020 e la proroga della cassa integrazione 9+9, prevede anche nuove indennità ai lavoratori nel settore turismo, spettacolo e agricoltura. 

La bozza va a confermare quanto previsto nei giorni scorsi in merito alla proroga del blocco dei licenziamenti, collettivi e individuali, per giustificato motivo oggettivo e a prescindere dal numero dei dipendenti, fino al 31 dicembre 2020, cioè fino al termine del periodo per cui è stata prorogata la cassa integrazione (cig) a causa del covid-19. La bozza include anche la proroga dei contratti a termine spostando la scadenza dal 30 agosto al 31 dicembre 2020. E' confermata la proroga della cassa integrazione per covid-19 di 18 settimane, 9+9, per il periodo compreso tra il 13 luglio e il 31 dicembre 2020. Ad accedere alla seconda proroga di 9 settimane sono quelle aziende già interamente autorizzate per il precedente periodo di 9 settimane, che saranno chiamate a versare un contributo addizionale. Il contributo addizionale invece “non è dovuto dai datori di lavoro che hanno subìto una riduzione del fatturato pari o superiore al 20%”. 

Il turismo

Entrando nello specifico del settore turismo c'è una nuova indennità in arrivo per i lavoratori dipendenti stagionali e degli stabilimenti termali e a quelli che abbiano cessato involontariamente di lavorare tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020, non titolari di pensione, rapporto di lavoro dipendente, Naspi. A quanto si apprende, a loro viene riconosciuta un’indennità per ciascuno dei mesi, giugno e luglio, pari a 1.000 euro. E' previsto un bonus di 600 euro anche per i lavoratori a tempo determinato degli stessi settori.

Sul tema è intervenuto il ministro della Cultura e del Turismo, Dario Franceschini: “Per il settore del turismo sono state fatte molte cose nei provvedimenti, per la prima volta sono stati estesi al settore gli ammortizzatori sociali che non hanno mai avuto, come la cassa integrazione in deroga e l’indennità straordinaria, il tax credit vacanza, con più di 100mila persone che lo hanno già utilizzato, il fondo di promozione di turismo. Bastano? No, non bastano - riconosce il ministro - il settore del turismo è stato profondamente colpito. È una crisi più lunga delle altre".

Poi il ministro fa sapere che stanno lavorando "sul decreto agosto con le risorse dello scostamento di bilancio, che ha tre priorità: garantire il prolungamento degli ammortizzatori sociali per i settori che hanno una crisi prolungata e quindi anche il turismo; sostegno alle imprese, compreso l’Imu; e aiuto ai settori più colpiti, come quello delle agenzie di viaggi e tour operator che non hanno più clienti”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us