EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Distanziamento sui treni, in migliaia a terra: via ai rimborsi

03/08/2020 08:35
Trenitalia e Italo si adeguano alla nuova ordinanza del ministero della Salute: ma nel weekend non sono mancati i disagi a causa della doppia comunicazione Micheli-Speranza

Migliaia di passeggeri senza posto in vagone per partire. E’ questo il risultato del qui pro quo generato ieri dalla posizione del Governo sul distanziamento sui treni, dapprima eliminato dal Mit e poi reintrodotto dal ministero della Salute a stretto giro di posta.

Italo - che ha cancellato otto treni della mattina e numerosi biglietti anche per il pomeriggio - ha stimato di aver lasciato a terra ottomila persone. La società ha inoltre spiegato che “si è attivata per rimborsare i passeggeri nel più breve tempo possibile e sta lavorando per ridurre al minimo eventuali  disagi per i prossimi giorni confidando  nella comprensione dei suoi clienti”. 

Per parte sua, Trenitalia ha inviato una mail ai viaggiatori avvisandoli che si atterrà alle nuove disposizioni previste dall'ordinanza firmata sabato dal ministro della Salute Roberto Speranza, mentre il servizio clienti telefonava ai passeggeri, uno per uno, per far scegliere loro se ottenere un rimborso in caso di cancellazione del treno o annullamento della corsa, oppure per proporre alternative di viaggio.

Il portavoce del ministro Nicola Del Duce ha assicurato che c'è stata "piena condivisione e con l'obiettivo di tutelare la sicurezza dei viaggiatori. Le ricostruzioni su presunte divergenze con il ministro De Micheli relativamente al distanziamento sui treni a lunga percorrenza sono del tutto infondate".


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us