EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La ripartenza responsabile del turismo

10/08/2020 10:32
Il 40% delle destinazioni globali ha allentato le restrizioni. Circa la metà di questi Paesi si trova in Europa, confermando il ruolo guida della regione per il riavvio responsabile del turismo

Il riavvio responsabile del turismo è in corso in tutto il mondo, stante un numero crescente di destinazioni che ha attenuato le restrizioni di viaggio relative a Covid-19, adattandosi alla nuova realtà. Secondo le ultime analisi dell'Organizzazione mondiale del turismo (Unwto), il 40% di tutte le destinazioni in tutto il mondo ha ora alleggerito le restrizioni imposte al turismo internazionale.

L'agenzia specializzata delle Nazioni Unite ha monitorato le risposte globali alla pandemia dall'inizio della crisi. Quest'ultima previsione, vede un aumento dal 22% delle destinazioni che avevano allentato le restrizioni ai viaggi entro il 15 giugno e dal 3% osservato in precedenza entro il 15 maggio e conferma la tendenza di un lento ma continuo adattamento e un riavvio responsabile del turismo internazionale.
Allo stesso tempo, però, delle 87 destinazioni che hanno ora allentato le restrizioni di viaggio, solo quattro hanno completamente tolto tutte le restrizioni, mentre 83 le hanno alleggerite mantenendo alcune misure come la chiusura parziale delle frontiere. Questa ultima edizione del Rapporto sulle restrizioni di viaggio di Unwto mostra inoltre che 115 destinazioni - il 53% di tutte le destinazioni in tutto il mondo - continuano a mantenere i loro confini completamente chiusi per il turismo.
Un riavvio responsabile è possibile.
Il segretario generale dell’Unwto Zurab Pololikashvili, ha dichiarato: “Il riavvio del turismo può essere intrapreso in modo responsabile e in modo da salvaguardare la salute pubblica, sostenendo anche le imprese e i mezzi di sussistenza. Poiché le destinazioni continuano ad allentare le restrizioni ai viaggi, la cooperazione internazionale è di fondamentale importanza. In questo modo, il turismo globale può fare riacquistare la necessaria fiducia alle persone mentre si lavora per adattarsi alla nuova realtà da affrontare".
Secondo il rapporto Unwto, le destinazioni con una maggiore dipendenza dal turismo hanno maggiori probabilità di allentare le restrizioni sui viaggi: delle 87 destinazioni che hanno alleggerito le restrizioni di recente, 20 sono Small Island Developing States (Sids), molti dei quali dipendono dal turismo come un pilastro centrale dell'occupazione, della crescita economica e dello sviluppo. Il rapporto mostra anche che circa la metà (41) di tutte quelle destinazioni che hanno ridotto le restrizioni si trovano in Europa, confermando il ruolo guida della regione per il riavvio responsabile del turismo.
Ma molte destinazioni sono ancora bloccate a lungo termine. Osservando le 115 destinazioni che continuano ad avere i propri confini completamente chiusi al turismo internazionale, il rapporto rileva che la maggioranza (88) ha chiuso completamente i propri confini per il turismo internazionale da più di 12 settimane.
Il costo relativo alle restrizioni di viaggio introdotte in risposta a Covid-19 ha dimensioni storiche. Unwto ha diffuso gli ultimi dati sull'impatto della pandemia sul turismo, sia in termini di perdita di arrivi turistici che di entrate perse. I dati mostrano che già alla fine di maggio, la pandemia aveva portato a 320 miliardi dollari di entrate perse, già tre volte il costo della crisi economica globale del 2009.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us