EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Tramundi: obiettivo digitalizzare il mondo dei t.o. italiani

18/09/2020 11:12
Nata a febbraio 2020, la startup italiana propone percorsi local-to-be basati sull’immersione culturale e ha come target i giovani professionisti abituati alla tecnologia

Tramundi è una travel company digitale italiana che punta a innovare e digitalizzare il mondo dei tour operator italiani. Ha festeggiato i suoi primi mesi di attività e chiuso un round di investimento di 1,5 milioni di euro.

Nata a febbraio 2020, la startup italiana propone percorsi local-to-be basati sull’immersione culturale e ha come target i giovani professionisti abituati alla tecnologia. A scommettere sul nuovo turismo proposto da Tramundi sono stati business angel e top manager di diverse tech company.

I fondi - come spiega una nota - serviranno per rafforzare il posizionamento di Tramundi, attraendo nuovi talenti tecnologici in grado di supportare il potenziamento e la crescita dell’azienda in tutte le sue aree cruciali. Saranno utilizzati per proseguire nello sviluppo tecnologico della piattaforma e per ampliare l'offerta turistica per gli utenti finali.

A guidare Tramundi un team eterogeneo e complementare, alle competenze manageriali del ceo Alessandro Quintarelli, con un passato in Mckinsey & Company, si affiancano quelle tecnologiche del cto Alberto Pirovano, con esperienza in aziende digitali tra cui Facile.it e Ristoranti.it. coo è Rodolfo Lironi, esperto nell’ambito turistico grazie ai ruoli ricoperti in Musement. Punto di forza di Tramundi è la collaborazione diretta con le realtà turistiche locali. 

“Il 2020 è stato un anno difficile, l’emergenza sanitaria ha avuto un impatto fortemente negativo sull’intero comparto turistico e far nascere una startup dedicata ai viaggi in questo periodo è stata una grande sfida - afferma Alessandro Quintarelli, ceo e co-founder di Tramundi -. Abbiamo deciso di scommettere sulla ripresa del settore, puntando soprattutto sul turismo domestico e di prossimità e dando anche la possibilità di prenotare tour privati con amici o familiari. Abbiamo lavorato per far evolvere il nostro progetto e adattarlo alle nuove esigenze dei viaggiatori: abbiamo istituito una task force interna per garantire il massimo della sicurezza, focalizzato l’offerta sull’Italia e rielaborato i nostri tour privilegiando quelli all’aria aperta e a contatto con la natura. Una scelta che ha premiato, malgrado l’estate incerta le prenotazioni sono state numerose. Le vendite ci hanno permesso di ricevere feedback importanti rispetto alla nostra offerta e di raccogliere l’interesse di importanti investitori: un segnale positivo, questo, non solo per noi ma per tutto il settore turistico”, osserva il manager. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us