EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Alitalia: richiesta la proroga di cassa integrazione per 11 mesi

06/10/2020 10:33
Il periodo è più lungo di quanto inizialmente ipotizzato. Le lettere inviate a sette sigle sindacali, Assaereo, ai ministeri dello Sviluppo economico, Trasporti e del Lavoro. Partono confronto e negoziato con i sindacati sulla cigs

E' stata ufficializzata, dal commissario straordinario di Alitalia, Giuseppe Leogrande, la richiesta di proroga della cassa integrazione straordinaria, che scade il 31 ottobre, per 11 mesi, cioè fino al 23 settembre 2021, riporta il Sole-24 Ore. Ad essere coinvolti 6.828 lavoratori a tempo pieno.

A quanto riporta la fonte, la richiesta è stata avanzata per un periodo più lungo di quanto inizialmente ipotizzato, infatti era prevista una proroga di 5 mesi, cioè fino al 31 marzo 2021. Le lettere sono state inviate a sette sigle sindacali, ad Assaereo, ai ministeri dello Sviluppo economico, dei Trasporti e del Lavoro. Una lettera riguarda la capogruppo Alitalia e una la controllata Cityliner. Adesso partono il confronto e il negoziato con i sindacati sulla cigs.

Il Sole entra nel merito delle cifre e rivela che il commissario Leogrande ha richiesto la cigs per 6.622 lavoratori a tempo pieno (Fte) di Alitalia, suddivisi tra 1.024 piloti (inclusi 458 comandanti), 2.315 assistenti di volo, 3.283 addetti nel personale di terra.

Nel caso si Cityliner, la cigs riguarda 99 Fte tra i piloti (41 comandanti), 105 assistenti di volo e 2 dipendenti di terra. La fonte spiega che la richiesta riguarda un numero più elevato di dipendenti, in quanto la cigs sarà in larga prevalenza a rotazione. Il che vuol dire che nella capogruppo si parla di 4.417 naviganti, 3.283 dipendenti di terra. Per Cityliner la platea complessiva è di 338 naviganti e 7 dipendenti di terra.

Il commissario spiega nella lettera che "anche in ragione del protrarsi dell'emergenza covid-19 la società si trova ancora oggi nella necessità di proseguire nel percorso di cigs connesso alla gestione commissariale, con le modalità estese da ultimo condivise con le parti sociali, persistendo, oltre alle problematiche fisiologiche che hanno portato alla gestione commissariale, condizioni di difficoltà eccezionali e non prevedibili connesse all’attività aziendale". 

Quanto ai temi aperti di Alitalia, tra cui la newco, la lettera non fa alcun riferimento. Inoltre, manca sempre l’accordo sulle poltrone del cda. Sulla base delle ultime notizie emerse, nel cda non dovrebbe esserci un rappresentante dei lavoratori, il che ovviamente non ha incontrato i favori dei sindacati confederali (Cgil-Cisl-Uil), spesso presenti ad incontri riservati con il governo insieme alla sigla di destra Ugl, mentre sono escluse le altre sigle che rappresentano i lavoratori Alitalia, spiega il Sole. Un altro tema aperto è quello dei vertici, che non si sono ancora insediati. 

Intanto, quanto al fronte voli, la compagnia ha ripristinato il collegamento diretto tra Pescara e Milano. I servizi aerei saranno attivi tutti i giorni della settimana, ad eccezione del sabato per le partenze da Linate e della domenica dall’Abruzzo. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us