EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Arriva "Valore Paese Italia": sostenibilità al centro

07/10/2020 16:43
Presentata al Mibact l'iniziativa che vuole valorizzare il patrimonio pubblico di immobili di interesse storico, artistico e paesaggistico: dai fari alle case cantoniere – di Annarosa Toso

Valore Paese Italia è stato presentato oggi nella sala Spadolini del Mibact alla presenza del sottosegretario Mibact Lorenza Bonaccorsi, del direttore dell’Agenzia del Demanio Antonio Agostini, dell’amministratore delegato Difesa Servizi spa Fausto Recchia e del presidente dell’Enit Giorgio Palmucci.

“E’ un progetto trasversale e integrato – ha sottolineato Agostini - che anche alla luce della crisi economica nata dall’emergenza sanitaria, mira a potenziare l’offerta turistica culturale e a valorizzare i luoghi in senso diffuso tramite l’ideazione e la realizzazione di circuiti nazionali di eccellenza a sostegno del sistema Italia. Si tratta di progetti turistico–culturali legati alla mobilità lenta e sostenibile, al turismo ferroviario, alla rete delle case cantoniere, alla rete dei borghi, al filone tematico degli osservatori astronomici e meteorologici, delle riserve e dei siti naturali e dei paesaggi culturali Unesco, lungo i quali valorizzare i patrimoni immobiliari pubblici”.

Lorenza Bonaccorsi ha invece sottolineato che il progetto Valore Paese Italia è un grande segnale per un lavoro che mette il turismo sostenibile al centro, in contrapposizione con quello impattante. “E’ questo il turismo necessario al nostro Paese, un turismo consapevole e non superficiale nel rispetto dell’ambiente, ma che tenga conto della domanda sempre più frequente di un turismo sostenibile”. Per Giorgio Palmucci nel progetto Valore Paese Italia si vede tanta passione rivolta alla ripresa in un momento così delicato. “Si può fare tanto anche nell’innovazione mettendo a rete nuovi circuiti e percorsi per promuovere nel mondo il Paese più bello del mondo. E senza idee e passione si può fare veramente poco”. All’interno di questo contesto, Difesa Servizi continuerà il progetto di valorizzazione delle rete “fari” in uso alla Marina Militare, iniziato nel 2015. La Difesa, pur garantendo l’operatività delle strutture, concederà alla collettività la possibilità di poter fruire di spazi e luoghi dalla bellezza e panoramicità esclusive.

Annarosa Toso


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us