EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Il paradigma d'acquisto online diventa abituale

14/10/2020 11:04
Roberto Liscia, presidente di Netcomm, analizza lo scenario dell'e-commerce attuale e l'evoluzione digitale degli italiani - di Nicoletta Somma

"La crisi sanitaria ha generato un'evoluzione digitale senza precedenti degli stili di vita degli italiani, andando a modificare profondamente anche i comportamenti di acquisto. Il nostro Paese ha mostrato un comportamento digitale che prima non aveva". A parlare è Roberto Liscia, presidente di Netcomm, intervenendo al convegno promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm intitolato "e-commerce b2c: la chiave per ripartire". Nel paniere, analizza Liscia, sono entrati prodotti molto comuni e sono cambiati anche i prezzi nel paniere stesso. "Il consumatore - prosegue il presidente - è molto attento ai servizi e mostra una sensibilità particolare nei confronti del prezzo e della qualità".

La customer journey di oggi risente fortemente della nuova "normalità" in cui viviamo: aumenta la frequenza di acquisto nell'e-commerce (+79%): "Si passa - commenta Liscia - da un paradigna di acquisto sporadico a uno abituale". L'home delivery rimane la modalità preferita di ricezione dei prodotti da oltre il 93% degli utenti e il contante perde sempre più terreno a favore dei pagamenti digitali. I consumatori italiani richiedono inoltre a insegne e brand di adeguare i loro servizi nei punti vendita fisici, sfruttando le opportunità digitali per offrire esperienze sempre più soddisfacenti e sicure: "Il 32% vuole poter cambiare in negozio prodotti acquistati a distanza", sottolinea il presidente.

Purtroppo, la digitalizzazione delle imprese italiane è ancora lontana dalla media europea, ma "confido che questo momento di ridefinizione degli equilibri economici - afferma il presidente - possa servire a colmare questo gap". Ma quali i passi da compiere? "Bisogna riallocare le risorse - suggerisce Liscia -, in termini di competenze spingere sulla formazione, creare centri di eccellenza Ai, machine learning e cloud, dare vita a piccoli mall locali e aiutare le imprese ad agganciarsi a maket place internazionali". 

Nicoletta Somma


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us