EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Amadeus: "Personalizzazione è cardine del viaggio"

16/10/2020 10:40
Il consiglio dell'a.d. Benati: "Riorganizzare, reinventare e portare ancora più in alto la travel industry; lo spazio c'è e la gente ha voglia di viaggiare e lo farà con le adv"

“Ci sono ottime ragioni per continuare a sperare nel futuro del settore dei viaggi”. A dirlo è Francesca Benati, senior vice president, online travel companies, Wemea di Amadeus, e amministratore delegato Italia, commentando i risultati di una ricerca basata su 8500 interviste ad utenti provenienti da 40 Paesi nel mondo che avevano viaggiato per svago almeno una volta 90 giorni prima delle restrizioni di viaggio Covid-19.

“I dati mostrano che i consumatori continuano ad avere una forte inclinazione ai viaggi, nonostante le continue sfide e le incognite che ancora caratterizzano il periodo di pandemia”, prosegue la manager.

Quasi tre quarti del campione intervistato afferma di voler viaggiare entro i primi tre mesi dalla revoca delle restrizioni. In maniera ancora più incoraggiante, la stessa maggioranza afferma di aspettarsi di avere lo stesso budget di viaggio o addirittura più alto. La maggiore sfida che i viaggiatori devono affrontare riguarda i Paesi dove potersi avventurare e come farlo in totale sicurezza.

“La fiducia dei viaggiatori riguardo al volo, al soggiorno in hotel e ai viaggi in treno rimane straordinariamente forte – osserva Benati -. Tuttavia l’informazione è essenziale. Il 66% dei viaggiatori intervistati afferma che conoscere in anticipo le informazioni sulle misure di prevenzione Covid sia "molto importante" prima di prenotare un hotel, il 62% manifesta lo stesso approccio per i viaggi aerei. Il prezzo continua a svolgere un ruolo fondamentale nel processo decisionale, ma la personalizzazione rappresenta uno dei cardini fondamentali del viaggio”.

Altro elemento emerso è che i piani di emergenza non sono più facoltativi. L'assicurazione di viaggio diventa sempre più importante. Un terzo dei nostri intervistati dichiara che ora valuta una copertura assicurativa di viaggio rispetto a prima del Covid-19. In particolare, il 79% degli intervistati vede l'assicurazione come una necessità quando viaggia a livello internazionale. La flessibilità di apportare modifiche o ottenere rimborsi rappresentano solo una parte nell'equazione generale  sul rapporto costi-benefici  dell’assicurazione di chi viaggia per piacere.

Il ruolo degli agenti di viaggio diventa sempre più importante. I viaggiatori attribuiscono maggiore rilevanza alla risoluzione dei problemi e al supporto, soprattutto per i viaggi più lunghi. Il 70% degli intervistati è più propenso a prendere in considerazione dei viaggi personalizzati e proposti da agenti di viaggio rispetto a esperienze progettate in autonomia.

“Dobbiamo ripensare, riorganizzare, reinventare e portare ancora più in alto la travel industry – sottolinea Benati -. Sono pienamente fiduciosa che l'industria dei viaggi possa e farà passi in avanti”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us