EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Monferrato Experience Design: Atl e territorio insieme per progettare il futuro

08/11/2020 10:33
I risultati dell’analisi dei flussi turistici indicano nello sviluppo della bike e dell’enoturismo i due prodotti su cui investire - di Giorgia Cifarelli

Alexala, l’Agenzia turistica locale della provincia di Alessandria, ha presentato l’"Analisi dello sviluppo turistico del Monferrato”. Il lavoro, portato a termine insieme alla società Natourism di Trento, con il sostegno di Camera di Commercio e dei Comuni di Alessandria, Acqui Terme, Casale Monferrato, Ovada, Tortona e la collaborazione dell’Università del Piemonte Orientale, ha coinvolto duecento persone tra operatori, amministratori e stakeholder del territorio, per impostare una riflessione sulle opzioni di crescita futura del turismo.

L’Atl ha voluto che il progetto fosse sposato e condiviso da tutto il territorio provinciale, come punto di avvio di un percorso da proseguire insieme. La pandemia ha rimescolato le carte dell’accoglienza, della mobilità, quindi come cambieranno le vacanze? In questo processo, Alexala, in sinergia con la Regione Piemonte, si è assunta un ruolo importante, non solo nel sostenere il territorio nella fase di reazione alla crisi, ma ancor di più nel progettare il futuro della destinazione turistica.

L’assessore regionale al Turismo, Cultura e Commercio, Vittoria Poggio ha rimarcato che “l’indagine di Natourism e Alexala è utile per conoscere le tendenze del mercato per le aziende e per la Regione, che deve conoscere la domanda per orientare le sue scelte con sostegni adeguati. In questo caso si conferma l’attenzione del pubblico nei confronti di due assi del comparto turistico piemontese come quello enogastronomico che è stato capace di conservare il sapore delle sue origini antiche e nello stesso tempo di tenersi al passo coi tempi con formule nuove di turismo breve, come i bed and breakfast, e ultimamente con quello escursionistico in bicicletta, ma gli operatori devono sapere che potranno contare sempre sul sostegno di questa amministrazione su tutti i fronti turistico che andranno sempre incontro ad operatori di mercato e utenti finali”.

Dal canto suo l’assessore all’Agricoltura, Marco Protopapa, ritiene che “oggi sia quanto mai necessario procedere ad una vera e propria riprogettazione e riprogrammazione delle iniziative in ambito enoturistico alla luce del monitoraggio dei flussi, ma anche dell’emergenza Covid che ha di fatto stravolto le abitudini di tutti noi come anche di chi viene nei nostri territori. Oltre a rivolgerci al turismo tradizionale, dobbiamo puntare con decisione verso il turismo outdoor attraverso percorsi tematici che possano suscitare l’interesse e la curiosità dei turisti che per la prima volta vengono in provincia di Alessandria. Un valido aiuto può giungere dal turismo emergente che utilizza prevalentemente quale mezzo di trasporto l’e-bike, che associa la mobilità sostenibile all’attività motoria in chiave salutistica all’aria aperta”.

I risultati della prima fase basata sull’analisi dei flussi turistici indicavano nello sviluppo della bike e dell’enoturismo i due prodotti turistici su cui investire. Paolo Grigolli, responsabile scientifico Natourism di Trento, presenta i prossimi passi. 

Il Progetto Bike vede la creazione di un gruppo operativo di progetto, un Masterplan strutturato per discipline: Gravel, Mtb, Cicloturismo, Ebike e Corsa; la realizzazione di un Trail design con formazione specializzata e realizzazione di percorsi, la manutenzione degli stessi e l’integrazione segnaletica oltre al coordinamento e il potenziamento dei servizi territoriali. Importante il coinvolgimento degli attori locali per lo sviluppo di nuovi percorsi adatti a diversi target di fruitori, la formazione e crescita degli stessi e l’implementazione di servizi dedicati al biker nelle strutture ricettive - completano il progetto a due ruote - così come la definizione di profili degli utenti basati su ricerca di mercato, dati turistici, analisi di flussi e sulle competenze degli operatori specializzati. Infine, la definizione della strategia di marketing di prodotto, per posizionare il territorio come destinazione bike.

Il progetto Enoturismo, invece, coinvolge gruppi di progetto per le diverse aree vinicole, coordinati da una regia centrale, verifica i requisiti di offerta turistica dei produttori coinvolti, definisce e sviluppa i servizi territoriali (logistica, accoglienza, rete di percorsi), affianca la formazione per la crescita di operatori incentrata sulla market readiness (approccio al mercato) svolto da professionisti specializzati nella distribuzione di esperienze enoturistiche e l’implementazione di proposte esperienziali legate al prodotto vino. Di qui la progettazione del customer journey (dai profili utenti alle fasi di prenotazione sperimentazione e condivisione) unita alla strategia di marketing di prodotto differenziata per territori/doc secondo il concetto di diversità integrata.

“Al di là dei contenuti tecnici, ciò che conta è l’importanza e la delicatezza di questa fase - dice Pier Luigi Prati, presidente Alexala - insieme al sostegno che gli assessori Poggio e Protopapa mostrano, dando fiducia e apporto alla nostra Atl, ai sindaci aderenti al progetto e agli operatori con i quali e per i quali stiamo lavorando: adesso entriamo nel vivo e nella concretezza, a partire dagli investimenti necessari, sino alle energie professionali, al rispetto dei tempi tecnici e alla ineludibile capacità di lavorare insieme, come sostengo sin da quando abbiamo deciso di intraprendere questo immenso sforzo progettuale”.

Giorgia Cifarelli
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us