EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Interviste

Alpitour: tecnologia e semplificazione segneranno il 2017

Il gruppo guarda con fiducia al  prossimo anno: nuovo prodotto, strumenti sempre più flessibili, e in arrivo una nuova linea Karambola grazie ai collegamenti Neos

“C’è una profonda ripresa dell’Egitto guidata da Marsa Alam, comunque concentrata sull’area del Mar Rosso; la fase migliore c’è stata da fine luglio a fine settembre”.  Alessandro Seghi, direttore vendite Alpitour, a margine della Convention Geo Travel Network di Montesilvano ci racconta di questo riscatto con cautela.  “I rischi marcati non sono una caratteristica della nostra azienda, ci piace procedere con meccanismi di crescita misurati, tuttavia abbiamo una grande fiducia per il futuro di quest’area” aggiunge Andrea Moscardini, direttore commerciale tour operating per Francorosso e Viaggidea.

“Il 2016 è stato un anno importante per alcune destinazioni, le isole Canarie e la Grecia in particolare” prosegue Seghi. Per il 2017 sono le Baleari, di nuovo la Grecia e l’Italia ad essere protagoniste con investimenti sul prodotto “che già danno risultati nelle prenotazioni”. A proposito di Italia, nulla trapela sul progetto incoming affermando “di non poterne parlare” dando così conferma che esiste. 

Al futuro Alpitour  guarda  cercando  “un approccio di qualità con le agenzie” dice Moscardini,  e con grande speranza del positivo riflesso che potrebbero avere i tre 787 Neos, in dirittura di arrivo. “Stiamo facendo un lavoro propedeutico nell’ottica del point to point sul lungo raggio” afferma il direttore vendite Alpitour. “Velocità, comodità e abbattimento dei costi in particolare sui Villaggi Bravo, ma soprattutto su Karambola per la quale questo investimento, anche se è trasversale all’azienda,  farà la differenza, perché darà vita a una nuova linea orientata low cost”.  Quanto alla tecnologia, i due manager annunciano che partirà a breve il nuovo Easy Book “che consentirà di trovare le soluzioni più flessibili, e mettere in evidenza meglio le destinazioni”. Ottimi gli esiti della nuova App My Alpitour World che può dare assistenza ma anche essere importante nella sfera social per il suo carattere ludico.

“L’approccio dinamico è la chiave del futuro: e in quel senso cambieranno la nostra tecnologia, e la nostra comunicazione – afferma Seghi –; gli italiani in particolare risentono di quello che avviene all’esterno, bisogna quindi avere la capacità di adattarsi in un mercato che cambia e andare oltre i pacchetti ingessati attraverso programmi di multifrequenza come Time4you”. Novità anche per il catalogo digitale in uscita probabilmente a dicembre. Sarà caricato di video e filmati, anche interviste a product manager ove si vogliano approfondire le destinazioni, magari allegando i video al preventivo richiesto dal cliente.”Si potranno scaricare e gestire i contenuti con la semplice condivisione di un link – afferma Andrea Moscardini - si tratta di un’esperienza di navigazione del tutto diversa da qualsiasi approccio precedente”. “Le stesse funzioni saranno attive su tutti i device consentendo agli agenti una realtà immersiva totale, volendo assieme allo stesso cliente direttamente dal telefonino”. l.s.

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte