EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > RUBRICHE - Interviste

Milano: i grandi eventi tracciano il futuro

Intervista a Roberta Guaineri, assessore al Turismo, sport e tempo libero

Rivelazione Milano: la connotazione di capitale economica d’Italia inizia ormai a starle stretta, stando alle ultime statistiche: mentre corre alla conquista della top10 tra le città più visitate al mondo (ora è al 14simo posto), ha già conquistato il primo posto di un podio. Quello di prima città turistica italiana, con i suoi 7,6 milioni di arrivi attesi a fine 2016. Un risultato che migliora quello, fuori concorso, del 2015 anno speciale perché anno di Expo. Manifestazione di cui Milano sta raccogliendo evidentemente ancora l’onda lunga. Ma non basta. “Nel 2015 abbiamo avuto 7,4 milioni di turisti, il +18% sull’anno precedente, trend confermato anche quest’anno. Ma i visitatori si fermano solo due notti quindi ora la sfida è: come allungare la permanenza?”.

A parlare è Roberta Guaineri, assessore al Turismo, sport e tempo libero della giunta Sala. Che con la sua ricetta mette insieme proprio i diversi ambiti che è stata chiamata a gestire. “Abbiamo rilevato che molti turisti passano da Milano quasi per caso, per business o per shopping, e poi decidono di ritornare, magari con la famiglia. Questo è il punto da cui partire”. E per farlo la strada è soprattutto una: “L’organizzazione di eventi che siano attrattivi, sia culturali che sportivi. Puntiamo a un turismo scelto, dobbiamo realizzare un’offerta di qualità”.
E, sottolinea l’assessore Guaineri, l’interesse da parte delle federazioni e delle organizzazioni sportive internazionali è forte, “In primo luogo però occorre investire sugli impianti”. Ma anche spingere una formula sempre più diffusa all’estero e che sta prendendo piede anche da noi (pensiamo a esempio all’Artbonus varato dal Mibact per il patrimonio culturale italiano): quella della partnership pubblico-privato: “Le sponsorizzazioni saranno fondamentali nella nostra strategia. Pensiamo ad esempio a realtà come la Fondazione Prada (spazio culturale ed espositivo che ha aperto la sua prima sede milanese qualche anno fa in zona Porta Romana e ora è pronta a sbarcare nella centralissima Galleria Vittorio Emanuele II con un centro dedicato alla fotografia, ndr)”.

Per farlo, l’amministrazione milanese sta studiando i modelli esteri. Non solo Londra, dove ai primi di novembre il sindaco Giuseppe Sala e l’assessore Guaineri hanno incontrato i vertici di London & Partners, ma anche Amsterdam e New York.
Intanto, è proprio di questi giorni la notizia che Milano l’anno prossimo ospiterà un nuovo torneo internazionale di tennis Atp: si sfideranno sui campi meneghini gli otto migliori giocatori del ranking mondiale under 21, si chiamerà The Next Generation Atp Finals e si terrà dal 7 all’11 novembre a Fiera Milano Rho. m.t.

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us