EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus - 22° MARTEDIturismo-Olta

La specializzazione è l'arma delle agenzie di viaggi

28/04/2014 - numero Edizione 1441
“Dovrebbero presidiare le nicchie dove alle web agency non interessa entrare”
Ancora una volta il professore Giorgio Castoldi ci aveva visto giusto. “Viaggi per assistere alle partite di tennis, viaggi con animali, viaggi dedicati alle isole greche. Ci sono così tante specializzazioni che nemmeno ci vengono in mente. Solo per questa tipologia di agenzie c’è ancora spazio nel nostro mercato”.
Adesso che purtroppo il professore è andato a insegnare il turismo organizzato agli angeli, queste parole tornano ancor più di attualità visto quanto emerso dalla 22esima tavola rotonda di MARTEDIturismo: la specializzazione è l’arma degli agenti di viaggi. “Ci sono così tante nicchie di mercato che alle Olta non interessa neppure entrare.
Occorre studiare l’azione migliore per farsi conoscere perché poi gli strumenti per agire li abbiamo”, afferma il web marketing strategist, Manuel Faè. L’inizio, però, non può che essere l’online: “Ci sono ancora agenzie che non vanno sul web oppure hanno un sito vetrina”, sostiene Faè. Ma il senior eTourism advisor Walter Toscano fa un ragionamento anche economico: “Il problema dell’adv è che deve monetizzare l’investimento.
In questo momento, mettere sul piatto una cifra intorno ai 4-5mila euro per la costruzione di un portale è una somma importante che non tutti si possono permettere. Senza dimenticare che poi non hanno accesso ad un supporto sia per quanto riguarda i contenuti e sia per l’indicizzazione”. E non è un caso che nelle mail delle agenzie arrivino numerosi messaggi di esperti Seo pronti a rivoluzionare il sito promettendo la prima pagina di Google.

Big “G”
Già, proprio Google. Tutti gli occhi sono puntati sul colosso di Mountain View che a colpi di acquisizioni (Hotelfinder e Room 77) e creazioni di servizi (Google Hotel e Google Flights) sta preparando l’ingresso nel mondo della online travel industry. “Google è il principale driver mondiale di traffico e da lui derivano molti equilibri”, afferma l’esperto Seo e fondatore di Find srl, Marco Loguercio.
Il motore di ricerca viene analizzato anche per capire come cambiano le ricerche degli utenti, “anche se il campo si sta sempre più ampliando. Per anticipare le tendenze del consumatore dobbiamo andare a ricercare altre informazioni su canali diversi come recensioni, gruppi di Facebook e call center”.
E bisogna tenere in considerazione che se Google ogni giorno cambia i suoi algoritmi, ogni giorno la popolazione diventa sempre più digitale. Il futuro è la cosiddetta generazione Y, i millennials (nati dal Duemila) considerati oggi influencer e comunicatori: scrivono recensioni, condividono sulle piattaforme sociali le loro esperienze. Fra quattro anni entreranno nella maggiore età e “dobbiamo pensare già ora quali contenuti creare e come promuoverli per loro”, conclude Loguercio.

Giovanni Ferrario

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Consulta gli ultimi annunci inseriti