EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Focus - 22° MARTEDIturismo-Olta

Oggi la ricerca è semantica

28/04/2014 - numero Edizione 1441
L’evoluzione del metasearch, e non solo, va verso i desideri di viaggio. Nel senso che la ricerca del web di un futuro abbastanza imminente andrà a captare i “sogni” degli utenti. Anche le Olta ci stanno provando: osservate attentamente Booking.com in alto a destra nella sua homepage.
C’è una piccola “B” e dice “Cerchi ispirazione per i tuoi viaggi 2014? Inserisci i tuoi interessi, al resto pensiamo noi!”. Entriamo nella sfera della web semantica, che una start up italiana (salentina per la precisione), rigorosamente impiantata nella Silicon Valley, ha tradotto in CicerOOs tre anni fa.
Nacque come motore di ricerca b2c e poi ha virato al b2b per sviluppare tecnologia semantica alle aziende del settore Travel. Cosa fa? “Trova il concetto espresso e delle destinazioni va a trovare ciò che le caratterizza nelle recensioni di 70 portali di point of interest come Lonely Planet, Museionline, Tripadvisor, Unesco e via dicendo”, spiega Stefano Orlando, marketing manager. CicerOOs scova le particolarità che caratterizzano un luogo per arte, cultura, natura, sport, enogastronomia utilizzando un determinato criterio di ranking, effettua ricerche in tutte le lingue del mondo ed esclusivamente in madre lingua, in quanto non è legato alle singole keyword, ma al loro significato.
La tecnologia è in continuo sviluppo, per fare questo la società collabora con il Cnr e sei università italiane. Ha progettato soluzioni per Fiat, Amex, Viaggi24, MichelinTravel ed ora sta lanciando Hoteloos per il mondo alberghiero e delle Olta ad esso collegato. Non solo Booking se n’è accorto e altre Olta introdurranno questa funzionalità.

Paola Baldacci

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Consulta gli ultimi annunci inseriti