EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale Grecia e Cipro

Manca l’exploit, ma i t.o. sono ottimisti

04/04/2016 - numero Edizione 1501

La questione migranti potrebbe pesare sulle prenotazioni

Grecia regina dell’estate. O no? Se da un lato lo stop di altre mete, per tensioni e fatti ben noti, può favorire la destinazione, parte di questa instabilità potrebbe penalizzarla. Il riferimento è alla questione dei migranti, che sbarcano in Grecia e “bussano” alle porte dell’Europa. Anche il ministero del Turismo ha ritenuto di dover intervenire in merito, ma i t.o. italiani si dimostrano decisamente fiduciosi.

L’Osservatorio
Prima di dar loro la parola però, analizziamo quanto emerso dall’Osservatorio Guida Viaggi, che ha interpellato le agenzie di viaggi in merito al trend di vendite della destinazione. Il 70% di esse ha affermato che è in linea con lo scorso anno. Nessun exploit per ora, dunque, però c’è da dire che nel 2015 la Grecia è andata particolarmente bene per cui essere anche solo in linea non è sicuramente un dato negativo. Il 7% è già in crescita, mentre il 23% registra un calo. Da considerare, inoltre che l’indagine è di febbraio, con una stagione estiva tutto sommato lontana.

Stagione al via
Ed eccoci ai t.o. I pm di casa Alpitour, Elisa Mana per Alpitour, Sabrina Bartolini per Francorosso, Gianmaria Patti per Villaggi Bravo e Giordano Jimi per Karambola, sono concordi nel dire che, “già dai primi dati di vendita, la Grecia si presenta come una delle destinazioni trainanti nel Mediterraneo”. La performance dell’estate 2015, “strepitosa”, porta il gruppo a registrare, ad oggi (metà marzo, ndr), un trend più contenuto di prenotazioni, “ma contiamo su un sicuro recupero in marzo grazie alle forti campagne istituzionali in scadenza a fine mese e alla grande novità del gruppo Alpitour relativa alla flessibilità nella durata del soggiorno”. In merito al fenomeno migranti, i manager sottolineano che è limitato esclusivamente a zone non turistiche. “Le poche isole dell’Egeo di cui si sente parlare sono, in realtà, ben organizzate e tutto procede senza alcun effetto visibile: sono situazioni ben lontane dalle località balneari dei turisti; infatti, anche per queste isole il trend è positivo”.

Fiducia nel prodotto
Anche Gianni Galli, pm per Grecia e Cipro di Best Tours Italia, rimarca come i problemi siano legati ad aree circoscritte e rileva un buon trend della meta. Del resto “già dallo scorso anno Bti ha registrato un incremento importante nelle vendite della destinazione, grazie al continuo aggiornamento delle proposte e all’inserimento di novità nella programmazione”.
Di “nulla di eclatante” parla Isabella Candelori, direttore vendite InViaggi, quando affrontiamo la questione. “La Grecia è per noi un punto importante della programmazione, insieme alla Spagna e al rientro con due nuovi Orange Club nel mare Italia”. I numeri al momento non sono particolarmente indicativi, “la stagione sta iniziando ora”, ma, come sempre in questo periodo, è molto alto l'interesse delle famiglie “dove la proposta Orange Grecia tocca molte fra le più belle isole del Paese. Proposte che accontentano per rapporto qualità-prezzo una grande varietà di pubblico”.
“Riteniamo che la Grecia possa continuare ad essere considerata tra le principali mete dell’estate. Rileviamo un leggero rallentamento delle vendite in Prenota Prima, ma che non si discostano in realtà dalla decelerazione generale di tutte le destinazioni (Spagna a parte che ha una velocità anomale)”, afferma Angelo E. Cartelli, direttore commerciale e marketing Eden Viaggi. Il t.o. prima di Pasqua era poco al di sopra delle previsioni di budget e, considerando anche la situazione di Egitto e Tunisia, “lo consideriamo un ottimo risultato”.

Aumenti a due cifre
Gaetano Stea, direttore commerciale Nicolaus, dichiara a Gv che “le richieste di prenotazione per questa destinazione sono cominciate e, giorno dopo giorno, stanno registrando una crescita. Le richieste di preventivi stanno aumentando sempre di più e, in questo momento, registriamo un incremento sulla destinazione specifica, rispetto all'anno precedente, del 18%”.
Trend positivo per la Grecia di Settemari, anche se Guido Ostana, direttore commerciale, afferma che “le notizie che riguardano i flussi di immigrati non aiutano la destinazione a performare al meglio e a produrre il trend di vendita che potrebbe far registrare se la situazione fosse diversa”.  In generale, rispetto allo stesso periodo del 2015,  il t.o. registra un incremento di circa il 10%, con una forte crescita su Creta, dove è stato inserito l’Aldemar Cretan Village. Cresce molto bene anche Alonissos, con il SettemariClub Marpunta, “che ha portato a termine le opere di totale ristrutturazione”. Altra novità di prodotto che sta portando buoni risultati è il SettemariClub Kipriotis Village a Kos.



Emanuela Comelli

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us