EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Magazine - Speciale - Capodanno

Le prenotazioni hanno perso la via di mezzo

02/12/2019 - numero Edizione 1582

Dalle capitali europee agli Usa e Cina, fa capolino anche l’Italia

Un timing che è “sempre più in là…”. Le prenotazioni per il Capodanno 2020 si presentano con questa nota, secondo quanto rileva Arianna Pradella, direttore commerciale di Caldana Europe Travel e Utat. Più precisamente “da una parte ci sono quelli che prenotano con molto anticipo (ancora in estate) per beneficiare di sconti prenota prima o di tariffe aeree più basse nel caso del lungo raggio. Dall’altra quelli che decidono a novembre inoltrato, manca tutta la via di mezzo”. Quanto alle mete, per il lungo raggio di Utat primeggiano Stati Uniti e Cina, “molto adatte al Capodanno”. Per il prodotto Caldana Europe Travel i best seller sono i classici, cioè Parigi, Londra, Berlino, la Costa Azzurra, Vienna, Budapest, Praga, “ma anche tanta Italia – afferma Pradella -, sempre più avanti nelle vendite. Roma, Napoli, la Costiera Amalfitana e soprattutto tanta Puglia tra le più richieste per i nostri tour”.
Si vende ancora e regge bene: a parlare del Capodanno è Gabriella Broggi, pm di Cocktail, che spiega: “Continuiamo a proporre le capitali europee, che per questo periodo rimangono il prodotto più venduto, con blocchi spazi e assumendoci dei rischi. Possiamo offrire, perciò, la garanzia di trovare buoni prezzi. Alla programmazione incentrata sul Vecchio Continente affianchiamo gli itinerari in Nord Europa con Tromsø e la Lapponia, in Spagna, in Portogallo, Francia, Grecia e Turchia, oltre a tour classici in Marocco e in Giordania”.
Il target prevalente? “Si tratta di un pubblico variegato – risponde Broggi -; in Europa molti giovani, il Nord è più selettivo per i costi, quindi si adatta più alle coppie che alle famiglie, mentre per queste ultime sono molto gettonati i tour”. Dunque il Capodanno in agenzia si vende ancora a parere della manager, con una specifica: “Sicuramente per questo tipo di viaggi, che sarebbe più complicato fare da soli, si cerca la consulenza”. Concorda Pradella, che osserva: “Forse c’è più fai da te per i soggiorni alberghieri puri, ma certamente si va ancora in agenzia per i tour culturali, ovunque essi siano”.
Guiness Travel è specialista in outgoing, il core business è sotteso alla realizzazione di itinerari culturali e con programmazione propria al 100%. Il lavoro viene svolto in allotment, quindi tutta la programmazione voli e servizi, viene acquistata con un anno in anticipo. “Questo modus operandi ha portato risultati degni di nota, che hanno reso possibile il Capodanno sold-out del Viaggio Guiness, già da settembre, sulle destinazioni al caldo: Marocco e India”, dichiara il product manager, Michele Mosca. Per le novità, la programmazione punta i riflettori su Vietnam e il tour Mosca & San Pietroburgo. “Una meta da ricordare, è la Special Edition Capodanno a Rio De Janeiro, nostro fiore all’occhiello, nel pieno dell’estate brasiliana”. Per i viaggiatori che guardano all’anno nuovo, in casa Guiness Travel già in agosto il booking è stato sommerso di richieste per il Sakura 2020, di cui GuidaViaggi può annunciare in anteprima le partenze Giappone in occasione della fioritura dei ciliegi, prevista, in base alle diverse località interessate, da marzo a maggio 2020: Giappone Smart (19 marzo e 19 maggio) e Giappone Meraviglioso (20 marzo, 9 aprile, 23 aprile).
Per King Holidays sono partiti molto bene i tour, soluzioni sulle quali il t.o. ha investito molto quest’anno, complice il calendario favorevole. “In Marocco - racconta la product manager, Barbara Cipolloni - abbiamo triplicato l’offerta con tre tour di gruppo sulle città imperiali, di cui uno in esclusiva per i nostri clienti con partenza il 27 dicembre, a cui si affiancano long weekend a Marrakech. Abbiamo posti volo in allotment da Roma, con possibilità di partenza anche dagli altri aeroporti italiani. Sul fronte city-break le prenotazioni sono cominciate da un paio di settimane, anche perché il ponte di Ognissanti ha distratto l’attenzione da Capodanno”.
I clienti che scelgono vacanze lunghe hanno privilegiato Marocco, Giordania, Israele. Per i weekend un buon riscontro è arrivato dalla Spagna e da Berlino. “Molto bene anche Lisbona e Malta. Per l’arcipelago maltese abbiamo predisposto pacchetti di quattro notti con voli in allotment da Milano e da Roma, su Lisbona proponiamo soluzioni di tre e quattro notti con allotment da Milano, Roma, Venezia e Bologna”. Tra le novità, il tour operator ne ha inserita una su Cipro, “un soggiorno di cinque notti a Capodanno da Roma e da Venezia in collaborazione con Aegean, con escursioni giornaliere alla scoperta del patrimonio culturale e naturalistico dell’isola”.           

Le richieste più insolite

Quali sono le richieste più insolite che sono arrivate a t.o. ed adv per questo Capodanno? Nella programmazione di Cocktail “tra le offerte sul Nord Europa figura il tour nella Lapponia norvegese ‘Avventure artiche e Kirkenes’ di 4 giorni/3 notti. A essere particolare in questo caso è il pacchetto stesso, in virtù della sistemazione nello Snowhotel; il secondo giorno è dedicato al safari in slitta con gli husky, mentre il terzo alla pesca al granchio reale. Non manca la serata a caccia dell’aurora boreale, il clou del viaggio”. 
Caldana Europe Travel ha ricevuto “una richiesta per un tour in Ungheria dove non ci fosse tanto da visitare, ma ogni sera fosse previsto uno spettacolo danzante”.
Passiamo alle richieste avanzate alle adv, sono decisamente particolari. Manuela Borsotti, titolare di Camuna Viaggi agenzia a San Giorgio su Legnano, ha ricevuto una richiesta per “un Capodanno a massimo 2 ore di bus da Legnano, no Italia, no Svizzera, (non abbiamo altro a massimo 2 ore di bus). La cliente era un pò confusa con la geografia!”. Quando abbiamo posto la domanda a Paola Muratore, banconista dell’agenzia Bluvacanze di Paderno Dugnano, la sua risposta è stata. “E qui....ci divertiamo! Personalmente ho avuto una richiesta di Giordania in fly & drive, un Dubai con partenza il 31 e ritorno dopo qualche ora solo per vedere i fuochi d'artificio, Capodanno a Phuket per festeggiarlo prima che in Italia...”. La richiesta originale, ma anche romantica, ricevuta da Katia Iozzia, banconista della Iozzia Viaggi di Modica, è per “un Capodanno in igloo+cena in Lapponia al ristorante di ghiaccio con proposta di matrimonio allo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre”. Massimiliano Ceccacci, titolare della agenzia Amaca Travel di Acilia (Roma) ci dice: “Forse un’escursione in Kenya al Giraffe Manor”.  



a cura della redazione

TAGS

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us