Emirates: l’A380 sulla Dubai-Washington DC

Emirates prevede di aggiornare il collegamento Dubai-Washington DC, con l’introduzione del suo Airbus A380 sulla rotta a partire dal 1 febbraio.
Sostituendo il Boeing 777-300ER attualmente utilizzato su questa rotta, l’A380 permetterà di soddisfare la forte domanda dei clienti e ripristinare la capacità sulla rotta dopo il previsto ritiro di United Airlines dalla tratta Washington D.C. (IAD) – Dubai (DXB) dopo il 25 gennaio 2016.
"Il nostro servizio per Washington DC è stato uno dei nostri itinerari più profittevoli e di maggior successo, con una forte domanda in tutte le classi. Nonostante un load factor molto forte, United ha preso la decisione di non operare più la rotta – ha fatto presente Tim Clark, presidente Emirates Airline -. I posti aggiuntivi offerti dal nostro A380 ripristineranno quindi la capacità sulla tratta, e garantiranno la prosecuzione dei servizio ai consumatori americani e ai viaggiatori internazionali che desiderano visitare DC per affari o per piacere".

Gli investimenti nel Washington Dulles International Airport
Lo scorso 8 dicembre, il governatore della Virginia Terry McAuliffe ha annunciato un investimento di 50 milioni di Dollari nel Washington Dulles International Airport, una mossa progettata per rendere l’aeroporto più competitivo. Questo finanziamento è stato previsto per contribuire a sostenere posti di lavoro diretti e indiretti e incoraggiare altre compagnie aeree a migliorare i loro servizi. Il servizio attuale di Emirates e l’aggiornamento degli aeromobili pianificato sulla sua rotta Dubai-Washington, DC contribuiranno a sostenere questo mandato.

L’apporto di Emirates
Con il lancio del servizio Emirates diretto da Dubai a Washington, DC nel settembre 2012, Emirates ha contribuito ai 130 milioni di dollari spesi annualmente da parte dei visitatori negli Stati Uniti, ha creato 2.787 posti di lavoro degli Stati Uniti, aggiunto 113 milioni di dollari al reddito dei dipendenti degli Stati Uniti, e ha portato a una produzione economica totale annua di 326 milioni di dollari nella zona di Washington, DC.

Tags:

Potrebbe interessarti