Sicurezza nei resort, le nuove mosse dell’Egitto

Come parte della regolare valutazione sulla sicurezza nei resort turistici, il ministro del Turismo egiziano, Hisham Zaazou, ha annunciato che il governo egiziano introdurrà una serie di nuove misure che rafforzeranno ulteriormente la sicurezza nei maggiori resort turistici.
Alle nuove misure saranno dedicati 250 milioni di sterline egiziane (32 milioni di dollari).

Verranno installati nuovi sistemi di sicurezza CCTV a Sharm el Sheikh e Hurghada, che assicureranno una copertura completa dei resort. Questi sistemi saranno affiancati da sistemi CCTV privati, per esempio negli alberghi, e quindi garantiranno migliori capacità di comando e controllo. Questo programma sarà applicato anche in altri resort in corso d’opera.
Previsti, anche, l’acquisto e l’implementazione delle più moderne attrezzature di scansione e rilevamento, un aumento del personale di sicurezza nei resort, che monitorerà i punti chiave attorno agli alberghi e i luoghi di accesso, sia da mare che da terra e l’introduzione di un numero significativo di unità cinofile per i resort.

Durante l’annuncio, il ministro Zaazou ha dichiarato: “Il mondo fronteggia minacce sempre più grandi ogni singolo giorno. L’Egitto è da sempre impegnato a migliorare la sicurezza e si batte per assicurare che i suoi cittadini e i turisti che visitano il nostro Paese siano al sicuro. Queste nuove misure garantiscono un ulteriore sforzo per la sicurezza dei nostri turisti. Tuttavia, non ci fermeremo qui. Esaminiamo costantemente le nostre competenze e continueremo a fare questo. La sicurezza dei visitatori dell’Egitto rimane la nostra più alta priorità. Credo che queste misure miglioreranno ulteriormente la sicurezza dei nostri resort, senza però essere invadente nei confronti dei turisti che si stanno godendo le loro vacanze”.

Tags:

Potrebbe interessarti