Obiettivo 100 milioni di visitatori in Francia nel 2020

I drammatici attentati di Parigi, di gennaio e novembre, non hanno scoraggiato e non scoraggeranno il turismo in Francia. L’Ente del turismo, infatti, ha presentato un ricco calendario di iniziative e un ampio ventaglio di interessanti mete anche per il 2016. “I dati, più che positivi, relativi all’anno appena concluso parlano chiaro – commenta Olivier Brochet Console generale di Francia -. Nel 2015 il nostro Paese si è affermato come prima destinazione a livello internazionale: 84 milioni di visitatori per un fatturato complessivo di 43 miliardi di euro (tra questi, 7.5 milioni i turisti italiani per una spesa di 3 miliardi)”. 

Numeri significativi che delineano una grande attenzione da parte del Ministero degli Affari Esteri sul tema del turismo: infatti l’obiettivo della Francia è quello di raggiungere i 100 milioni di visitatori nel 2020. “La sicurezza, sia per i nostri connazionali sia per i visitatori –prosegue Brochet – anche per il prossimo anno sarà una nostra priorità. C’è stato un grane dispiego di forze e già la piccola delinquenza, nei quartieri turistici, è diminuita del 30%”.

“Sono tantissime, e diversificate, le proposte anche per quest’anno e ne voglio sottolineare soltanto alcune. – dichiara Frédéric Meyer direttore di Atout France -. La Valle della Loira celebra il 500° anniversario dell’arrivo di Leonardo Da Vinci. In primavera poi prenderà il via il Festival Normandia Impressionista con le opere di Renoir, Monet e Degas. Il 2 luglio il fischio d’inizio del Tour De France da un luogo suggestivo come Mont Saint Michel. Infine Euro 2016 che non è un solo evento imperdibile per i tifosi di calcio, ma l’occasione per scoprire dieci stadi rinnovati e altrettante città”. s.f.
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti