In arrivo il Fondo di Garanzia della Fiavet

La proroga per la dismissione del vecchio Fondo di Garanzia vale fino al 30 giugno prossimo, “ma c’è un bug legislativo e, quel che più conta, non sono state posticipate le garanzie”. Da queste premesse è partito Jacopo De Ria, presidente Fiavet Nazionale, per annunciare che “non si è coperti dal fondo anche con lo slittamento. Tanto più che non ci sono ancora prodotti assicurativi e/o finanziari che coprano dai fallimenti delle aziende. Quindi l’unico sistema è la costituzione di un fondo di garanzia”.

E’ quindi in arrivo un fondo Fiavet che dovrà partire dalla raccolta di risorse e contributi. “Le assicurazioni – ha aggiunto De Ria – non hanno prodotti di questo tipo e comunque sarebbero molto costosi”. Tra l’altro risulta anche evidente che “molte società attualmente operanti sul mercato non passerebbero l’esame e non potrebbero più operare”.

L’idea della Fiavet è quindi quella di costituire un fondo di prima istanza per poi attivare una ricopertura in seconda istanza da parte delle assicurazioni e individuando un partner finanziario. L’operatività del nuovo Fondo di Garanzia della Fiavet dovrebbe partire dal primo luglio prossimo. Un’ottima idea se non fosse che, per un argomento così delicato e di grande attualità, ci si sarebbe aspettati un impegno interassociativo. L’unione di intenti con la presentazione al Governo di un’unica proposta – un progetto definito e già ben articolato – non potrebbe che agevolare il passaggio alla nuova era del fondo. Su questo argomento Eliseo Capretti, owner Ocean Viaggi, dichiara: "Il turismo organizzato può far leva soltanto su un discorso di garanzia e di qualità. Andare lunghi su questo tema significa lasciare quote di mercato alle Ota". l.d.

 

Tags:

Potrebbe interessarti