Patanè-pigliatutto: “Tre network in arrivo”

Crescita su ogni fronte per il Gruppo Uvet, anche su quello della rete di adv. “Abbiamo in ballo due-tre acquisizioni di network”, annuncia il presidente Luca Patanè, rispondendo alla domanda sullo sviluppo nel 2016 dei punti vendita, ad oggi 1500. Ne sceglierà uno o tutti e tre? “Meglio fare il tris”, dice Patanè, che punta ad arrivare a “2.200 adv entro il 2016”. E intanto è massimo riserbo sui nomi. Nel momento in cui gli si fa presente che qualche fuoriuscita c’è stata, il manager conferma quella di “70 adv TravelCo, però ci sono anche degli ingressi”, ci dice, pensando probabilmente alle operazioni che ha in atto.

Sempre sul fronte distributivo, alla domanda sull’integrazione di Last Minute Tour, il manager fa presente che “integrerà la parte di adv di proprietà di Uvet (circa una decina, ndr), all’interno di Lmt”. Il che vuol dire che saranno gestite da Lmt con il brand Uvet. Una mossa comprensibile alla luce del fatto che Lmt non ha solo punti vendita in Aip, ma anche di proprietà.

Intanto il gruppo porta avanti anche lo sviluppo sul fronte dei resort. Dopo Santo Stefano e Watamu, Patanè annuncia la chiusura di un accordo “con il resort Mursia a Pantelleria, stiamo prendendo un albergo a Taormina con Ihc e stiamo trattando per uno a Venezia. Il settore alberghiero, che vale il 2% del nostro business, mi piace – commenta il manager -, perché è una nicchia che dà opportunità, pensando anche alla rete di adv”.

E le mete? Dove andranno gli italiani in vacanza questa estate? “La prima scelta è sempre la Spagna – afferma -, noi (l'Italia, ndr) non lo siamo mai, ma quest’anno è cresciuto anche il lungo raggio rispetto a due-tre anni fa”. E tra le mete citate ci sono Caraibi ed Oriente. s.v.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti