Choice: focus Belpaese

Con 6.300 strutture affiliate nel mondo e 500 in Europa, Choice Hotels punta il mirino sul nostro Paese: “Contiamo su 16 alberghi con marchio Clarion, Comfort e Quality – afferma Vittorio Scarpello, manager franchise development Italy -, ma abbiamo trattative in essere, due delle quali in buono stato di avanzamento, sia a Nord sia a Sud”. L’interesse verte sulle “città d’arte, su quelle dall’anima commerciale e su mete di respiro corporate”; se l’obiettivo è coprire destinazioni nelle quali non si è ancora presenti, Milano, Firenze, Bologna, Napoli e Venezia (città) potrebbero rientrare tra le papabili. Scarpello anticipa, inoltre, l’intenzione di inserire Ascend Hotel Collection in Italia entro l’anno: “Raccoglie boutique hotel, strutture di design, alberghi storici e unici nel loro genere, di fascia alta – spiega -. Con questo soft brand, la struttura mantiene completamente le proprie caratteristiche”. In ottica europea “è stata da poco siglata con un gruppo di gestione alberghiera l’affi- liazione di 3 strutture in Belgio”. Choice Hotels ha di recente dichiarato mosse in Turchia, un mercato nel quale “riteniamo ci sia un ottimo potenziale”, commenta il manager. I piani futuri prevedono lo sviluppo in altri bacini del Vecchio Continente, ma “a patto che si trovi il partner giusto”. La catena è presente sui diversi canali di vendita: Ota, Gds, adv e consumer. A livello internazionale la società ha annunciato l’ingresso nel segmento affitti di breve periodo, lanciando il guanto di sfida a Airbnb and HomeAway: la divisione Vacation Rentals by Choice Hotels, integrata con il programma fedeltà Choice Privileges, coprirà al momento 8 destinazioni Usa, ma si prevede la sua estensione graduale in altri mercati.         

Tags: ,

Potrebbe interessarti