La fiera di Berlino approda in Cina

Diecimila espositori provenienti da 187 Paesi. Così si presenta l’Itb di Berlino, che continua a focalizzare l’attenzione sulla tecnologia e si appresta ad annunciare un nuovo evento: Itb China. Gli organizzatori si aspettano 100mila visitatori internazionali per l'edizione 2016 di Itb. Le Maldive sono il partner ufficiale e il Paese sarà presente con 260 espositori a rappresentare l’offerta e i servizi locali.

“Siamo soddisfatti dell’alto numero di espositori – ha commentato Christian Göke, ceo Messe Berlin GmbH –. Di fronte ad attacchi terroristici che hanno penalizzato destinazioni turistiche storiche e rispetto alla palpabile paura dei consumatori, l’industria dei viaggi ha bisogno di un’accelerata”. All’Itb Convention verranno discusse le sfide attuali e si forniranno alcune risposte. Sotto il cappello di Travel 4.0 il dibattito non verterà soltanto sulla trasformazione digitale dei processi di business. Esperti analizzeranno le ripercussioni sul turismo delle ondate di migranti, e spiegheranno come sarebbe possibile integrare questa forza lavoro.

Tra le aziende presenti, diverse società tecnologiche cinesi. E proprio in Cina l’Itb approderà con l’Itb China che, a partire da maggio del 2017, si svolgerà annualmente a Shanghai. Gli accordi saranno firmati proprio oggi, nel corso del primo giorno di fiera a Berlino.

Tra le aree in crescita, il padiglione dedicato al turismo gay & lesbian, dove saranno presenti, tra gli altri, India and Moments, operatore di Mauritius e anche l’italianissimo Quiiky Gay Tours. l.d.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti