Buoni numeri nell’inverno del Friuli

“La stagione invernale sta dando risultati positivi in tutti gli ambiti turistici del Friuli Venezia Giulia, con una crescita rispetto all’anno precedente. Non parliamo solo della montagna, ma anche delle città d’arte e delle località balneari, che hanno saputo creare offerte per vivere la destinazione anche fuori stagione”.  Sergio Bolzonello, vicepresidente della regione e assessore alle Attività produttive con delega al turismo, parla con soddisfazione della stagione in corso, rimarcando come i buoni risultati siano il frutto degli sforzi di destagionalizzazione dell’offerta, elemento chiave del piano regionale del turismo.

Parlando in particolare di montagna invernale, “nonostante nei primi mesi invernali le condizioni nivometereologiche non siano state ottimali, la stagione nell’arco alpino e dolomitico del Friuli Venezia Giulia sta registrando dati migliori rispetto all’anno precedente, con un buon tasso di riempimento delle strutture ricettive, in particolare durante le festività natalizie, anche se le presenze di sciatori pendolari che rappresentano la parte più consistente della clientela delle stazioni sciistiche è diminuita in modo apprezzabile a cavallo di fine anno e ora sta rapidamente recuperando il gap con la scorsa stagione”.
Secondo l’assessore, il trend positivo è legato principalmente a due fattori: un efficiente sistema d’innevamento programmato, “che ha permesso l’apertura quasi totale del demanio sciabile anche in assenza di precipitazioni nevose”, e la creazione da parte di PromoTurismoFvg di un prodotto di accoglienza “legato non solo alle attività sciistiche, ma anche alle diverse experience per la fruizione a tutto tondo del territorio montano. Penso ad esempio al ricco calendario di attività extra sci sviluppato in tutti i comprensori che comprende escursioni e iniziative rivolte a diversi target, dalle famiglie a sportivi, e da vivere anche in assenza di neve”. e.c.

Tags: ,

Potrebbe interessarti