Nuovi centri in apertura arricchiscono l’offerta

Novità e rinnovamento. Sono queste le parole chiave per il settore degli outlet, che vede nuovi centri in arrivo, ma anche importanti arricchimenti dell’offerta per le strutture già esistenti. Piazza particolarmente vivace si sta dimostrando quella di Milano, ma non è certo l’unica.

Nei dintorni di Milano
A Sud del capoluogo lombardo, nel comune di Locate Triulzi, a una ventina di minuti dal centro città, aprirà quest’anno Scalo Milano, “un City Style, un concept che identifica uno spazio commerciale di nuova concezione, totalmente inedito – sottolinea la società Promos -. Si configurerà come un sistema distributivo nuovo, immediato e al servizio delle imprese, capace di offrire il meglio di moda, design ed enogastronomia di alto livello”. Obiettivo dichiarato è quello di diventare “un punto di riferimento dello shopping a Milano, grazie alla sua forte integrazione fisica e culturale con il tessuto urbano della città”. Ospiterà a regime 300 negozi e botteghe su una superficie commerciale lorda di 60.000 mq con 4.000 posti auto. Tra i progetti integrati in maniera permanente all’interno di Scalo Milano, vi sarà il Design District: ispirato ai celebri esempi di Miami e New York, occuperà una superficie pari a 18mila mq, con circa 40 unità a metratura variabile, dedicate alle eccellenze italiane del design e del lifestyle. “Scalo Milano ha ormai preso forma in tutti i suoi aspetti – ha dichiarato in merito Filippo Maffioli, amministratore delegato di Promos -: il Design District è una dimostrazione concreta della capacità dell’azienda di mettere a punto un progetto retail d’avanguardia, unico nel mercato italiano”. In termini di occupazione degli spazi, oltre a quelli del distretto del design, 5mila mq saranno dedicati all’offerta food e  37mila al fashion. Ancora nei dintorni di Milano ecco un’altra novità, ancora in apertura nel 2016 (in aprile, ndr). Si tratta dell’Arese Shopping Center, che con i suoi 92mila mq di Gla (superficie lorda affittabile) vanta il primato del più grande shopping center mai realizzato in Italia in una sola fase e in soli due anni: 200 negozi, ristoranti e caffè, oltre a un polo sportivo sia indoor che outdoor. “Arese Shopping Centre è una nuova esperienza di shopping & dining che trova le sue radici 500 anni fa, quando la strada diventò un luogo di incontro – ha dichiarato Davide Padoa, ceo di Design International, tra gli architetti che si sono occupati della realizzazione del progetto – . Infatti, non ha negozi lungo una galleria commerciale ma veri e propri palazzi e piazze lungo una strada". Il centro sorge nell’area dell’ex fabbrica Alfa Romeo.

Altre novità
Per altre due new entry ci spostiamo in regioni vicine, sempre nel Nord del Belpaese.
La prima è in Liguria, dove, sulla scia del successo ottenuto da The Mall, outlet di lusso toscano, a 30 minuti da Firenze, la società che lo gestisce  ha deciso di aprire un nuovo centro, The Mall Sanremo, la cui inaugurazione è prevista per il 2017. Situato in posizione strategica fra l’Italia e la Francia, nella zona di Valle Armea, tra Sanremo e Arma di Taggia, si propone di attingere non solo ad un bacino di utenti italiani, ma anche della vicina Costa Azzurra.
E’ veneta, infine, l’altra novità cui facciamo cenno: si tratta di DeltaPo Outlet, in apertura nel mese di settembre di quest’anno. Il nuovo centro commerciale di Occhiobello si situa in una posizione strategica, a cavallo tra le province di Rovigo e Ferrara. 74 negozi su una superficie di 120.000 mq, destinati ad essere incrementati di altri 300.000 in futuro. Si stimano tre milioni di potenziali clienti (calcolando soltanto quelli a meno di un’ora di strada) e un volume di consumi di 16 miliardi di euro. Numeri destinati ad essere ulteriormente incrementati grazie all’intercettazione dei flussi turistici diretti a Venezia, Firenze e Roma agevolati anche dalla vicinanza al casello autostradale.

Tags: , , , , ,

Potrebbe interessarti