Valtur nel radar di Bonomi

L'imprenditore Bonomi mette nel radar i villaggi Valtur e punta a costituire attorno alle attività dello storico tour operator una piattaforma per il turismo. Ne dà notizia Il Sole 24 Ore, specificando che, secondo alcuni rumors, Investindustrial starebbe trattando in esclusiva un investimento nell'operatore. "Tramite l’acquisto del ramo di azienda e delle attività di gestione dei villaggi nel 2013 Valtur è stata infatti rilevata dall’amministrazione straordinaria da Orogroup, gruppo posseduto dalla famiglia Ljuljdiuraj, per 6,6 milioni di euro – ricapitola il quotidiano -. Orogroup gestisce i villaggi con marchio Valtur, visto che la proprietà degli immobili è del fondo internazionale York che ha rilevato il debito dalle banche (fra le quali Intesa Sanpaolo)". Secondo gli ultimi dati disponibili Valtur ha una sessantina di milioni di euro di giro d’affari che, unite alle attività di Orogroup, portano il fatturato complessivo a oltre 80 milioni di euro. Tra i soci di Orogroup, oltre alla famiglia Ljuljdiuraj, con il 42 per cento, c’è Nem del gruppo Popolare di Vicenza. "Resta da capire – commenta il quotidiano – se Investindustrial sia interessata a rilevare soltanto i villaggi con marchio Valtur o a entrare in Orogroup".

Intanto, interpellato da questa agenzia di stampa, il presidente di Valtur, Franjo Ljuljdjuraj nega ogni rapporto diretto con Bonomi e Investindustrial. "Non ho avuto contatti con la società", afferma, e quando gli si chiede se l'interesse riguarda la quota detenuta da Nem, del gruppo Popolare di Vicenza, replica: "Non credo e comunque se ci fossero stati degli avvicinamenti la banca me lo avrebbe comunicato". l.d.-n.s.

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti