Astoi incontra il ministro degli Esteri delle Maldive

Il presidente di Astoi Luca Battifora e il direttore generale Flavia Franceschini assieme a una delegazione di tour operator impegnati sulla destinazione, rappresentati da Luca Pierini (Idee per Viaggiare) e Andrea Vannucci (Sporting Vacanze), hanno incontrato il ministro degli Esteri della repubblica delle Maldive, Dunya Maumoon, per discutere di alcuni temi volti a migliorare l’assetto turistico della destinazione e a promuoverla presso il mercato italiano.

Il presidente Battifora, informa una nota, ha aperto il confronto sottolineando l'importanza della destinazione per i tour operator associati, manifestando la disponibilità di Astoi alla più ampia collaborazione con il governo maldiviano. Diversi gli argomenti trattati: al primo posto la sicurezza, rispetto alla quale il ministro ha dichiarato che sono in programma specifici interventi normativi atti ad incrementare i controlli nel Paese. La delegazione dell'associazione ha poi evidenziato come sia necessaria l'istituzione di una rappresentanza diplomatica o di un Ente del Turismo in Italia, oggi assenti, per rafforzare i rapporti con il mercato italiano.

Si è inoltre parlato "dell'aumento più che significativo del costo dei trasferimenti in idrovolante, necessari per collegare gli atolli, costo divenuto ormai un elemento che scoraggia i viaggi nella destinazione – prosegue la nota -. Il ministro Maumoon, riconoscendo la situazione di monopolio che ha portato le tariffe interne a livelli proibitivi, ha informato la delegazione Astoi di un piano del governo per implementare la rete di aeroporti regionali, atti a facilitare collegamenti di linea fra gli atolli a costi più accessibili". Altro argomento sul tavolo è stato l'onerosità della green tax, pari a sei dollari al giorno, a carico di chi soggiorna alle Maldive, "sulla quale si è auspica una maggiore informazione relativa ai possibili progetti concreti volti a tutelare il patrimonio ambientale del Paese". E' stato affrontato il tema della necessità di diversificare i livelli di ospitalità dei nuovi resort in apertura, oggi prevalentemente strutture a 5 stelle, per riuscire a catturare differenti fasce di clientela e aumentare di conseguenza i flussi turistici.

Il ministro Maumoon ha informato i presenti di un progetto per l'espansione dell'aeroporto di Male, strategico per lo sviluppo turistico della destinazione. Il presidente Battifora ha fatto presente che "l'Italia è tra i primi Paesi europei con un'offerta importante di voli di linea su Dubai, scalo naturale per le Maldive", sottolineando così l'alto potenziale del nostro mercato che, all'85%, sceglie destinazioni di mare per le proprie vacanze. Per quanto riguarda la possibilità di implementare i voli charter, come richiesto dal ministro Maumoon, Battifora ha auspicato specifici interventi d’incentivazione da parte del governo maldiviano.Battifora e la delegazione hanno suggerito al ministro di avviare, a breve, una campagna media e di organizzare, insieme ad Astoi, un roadshow rivolto al trade.
Globalmente, le Maldive hanno attratto nel 2015 1.234.248 turisti internazionali, conclude la nota, contro il dato del 2014, pari a 1.204.857 passeggeri. In questo ranking, il mercato italiano si classifica al 4° posto a livello mondiale e il terzo a livello europeo, preceduto da Cina, Germania, Gran Bretagna, davanti a Russia e Francia. Gli italiani che si sono recati alle Maldive nel 2015 hanno raggiunto quota 65.616, in aumento rispetto ai 57.862 arrivi del 2014.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti