A Bologna il summit della meeting industry

Prende il via stamattina a Bologna la IX convention di Federcongressi&Eventi, a Palazzo Re Enzo. Si tratta dell'appuntamento annuale della meeting industry italiana che nel 2014 ha realizzato 300mila eventi per 25 milioni di partecipanti. Numeri interessanti, disomogenei nella distribuzione e con appuntamenti in numero minore internazionali: questi sono i punti di partenza dell'analisi che in questi due giorni di lavori il presidente Mario Buscema porterà all'attenzione delle imprese del settore.

Perché Bologna

La scelta del capoluogo emiliano non e` casuale: lo scorso gennaio e` stato infatti creato il nuovo Convention and Visitors Bureau e anche grazie alla vocazione della citta` e del territorio per il turismo business e alla sua lunga tradizione congressuale "Federcongressi ha valutato l’opportunita` di tenere la sua convention nazionale proprio nella citta` delle due torri, organizzata con il determinante supporto proprio del nuovo organismo bolognese" guidato da Celso De Scrilli. "Siamo orgogliosi di ospitare il primo importante progetto che vede protagonista il Convention Bureau – commenta il presidente -, la nostra struttura porta l’offerta turistica bolognese ai livelli di quella delle piu` importanti mete internazionali. Bologna e` meta ideale per congressi e meeting: a soli 35 minuti da Firenze, 1 ora da Milano, 2 ore da Roma e 1 ora e mezza da Venezia, mentre lo scalo aeroportuale e` il quarto in Italia per connettivita` mondiale ed il primo in Europa in termini di crescita di connettivita` nel decennio 2004-2014".

Le potenzialità

"Destinazione congressuale ben conosciuta, Bologna ha grandi potenzialita` di crescita – osserva Buscema -: ha strutture importanti e servizi Mice ben noti agli operatori del settore, con un Cvb alla pari delle maggiori destinazioni europee, penso a Vienna e a Barcellona, ma anche a Parigi, a Londra e a Copenhagen, mette a sistema tutta la propria offerta, turistica e congressuale, e si distingue positivamente rispetto a numerosi competitor italiani. Se il messaggio che vogliamo dare e` quello di concretezza e competitivita` che generano business, ebbene la Bologna di oggi e` proprio la citta` ideale da cui farlo partire". p.ba.

 

 

 

 
Tags:

Potrebbe interessarti