L’Arlecchino degli anni ‘60 tornerà a viaggiare

L’elettrotreno Arlecchino tornerà a viaggiare su itinerari d’importanza storica e paesaggistica individuati dalla Fondazione FS per il piacere degli appassionati di turismo ferroviario. L’unico esemplare rimasto del gruppo ETR 250 verrà restaurato dalla O.M.S. Ferroviaria, a Porrena (AR), riportando all’antico splendore gli interni oltre alla completa revisione delle parti meccaniche. L’Arlecchino, infatti, sarà equipaggiato con il moderno sistema di controllo della marcia treno che consentirà di viaggiare in tutta sicurezza fino a 180 km/h. Nei primi mesi del 2017 l’Elettrotreno sarà pronto per viaggiare di nuovo su tutte le linee della rete ferroviaria italiana aprendo così nuovi scenari per il turismo.

Secondo una ricerca condotta da IPRMarketing e Fondazione UniVerde il 54% degli italiani dichiara di essere attratto dalla possibilità di raggiungere la propria meta utilizzando vecchie ferrovie, rese nuovamente agibili a scopo turistico. Il dato è confermato dal successo delle iniziative della Fondazione FS: nel 2015 sono stati 45mila i passeggeri a bordo dei treni storici e turistici della Fondazione con un incremento del 60% rispetto al 2014. L'ETR 250 entrò in servizio il 23 luglio 1960, in occasione delle Olimpiadi di Roma, compiendo il viaggio inaugurale da Bologna a Venezia.