EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

Si è presentato con una nuova veste Palazzo Arzaga Hotel Spa & Golf Resort di Calvagese della Riviera, in provincia di Brescia. La struttura, che fa capo a Blu Hotels, si è rinnovata grazie all’inaugurazione della nuova Club House, grazie alla sinergia tra il gruppo alberghiero ed Arzaga Golf Club.

La ristrutturazione, avvenuta durante l’inverno appena trascorso, coniuga i canoni classici di eleganza, raffinatezza, comfort, modernità e cura dei dettagli all’interno di un’oasi paesaggistica di grande bellezza. Immerso in una tenuta di 144 ettari, Palazzo Arzaga, antica dimora del 15esimo secolo armoniosamente convertita in un Golf & Spa Resort 5 stelle, è infatti tra i più importanti golf resort italiani.

In occasione dell’inaugurazione, il presidente Blu Hotels, Nicola Risatti, ha affermato con orgoglio: “L’iniziativa nasce dalla volontà di valorizzare costantemente i punti di forza delle nostre strutture ed ancor più, in questa occasione, di dar pregio ad una delle realtà Blu Hotels più importanti, che integra e completa in modo eccelso la nostra offerta alberghiera sul Lago di Garda. Il lago vanta infatti, rispetto a molte altre zone del Paese, una consolidata tradizione del turismo legato al golf, oggi disciplina sportiva di forte appeal non solo più per tedeschi ed inglesi ma anche per gli italiani”. “

“Secondo noi – ha aggiunto il vicepresidente Fabrizio Piantoni – questa tipologia di turismo ha ampi margini di crescita se si considera che già oggi muove in Italia mediamente circa 300 milioni di euro in un anno. Siamo felici di poter contribuire alla crescita di questo promettente segmento con l’implementazione e la valorizzazione di strutture di rilievo ed importanti come Palazzo Arzaga”.

Palazzo Arzaga Hotel Spa & Golf Resort con ben due campi da golf ed un prestigioso centro benessere by Clarins, rappresenta un’attrazione esclusiva per gli amanti dello sport e del tempo libero. I percorsi dell’Arzaga Golf Club comprendono 27 buche per la cui realizzazione sono state chiamate due delle firme più famose del mondo golfistico: Jack Nicklaus II ha disegnato le prime 18 buche Par 72 e Gary Player le successive 9 buche Par 36, caratterizzandole con fairways e bunkers che ricordano i famosi “Links” scozzesi. l.d.