Mappamondo, buoni riscontri dal tour “Tutto Namibia”

"Un viaggio alla scoperta di una natura prorompente che sa essere selvaggia anche in mare, habitat per colonie di otarie e pinguini e relitti di navi a testimonianza di drammatici naufragi. Una terra avvincente tutta da esplorare, circondati da seducenti atmosfere ma sempre in contatto diretto con il paesaggio circostante". Così Mappamondo descrive il nuovo tour “Tutto Namibia” ridisegnato ad hoc per poter offrire il meglio del Paese mantenendo l'impegno verso un turismo responsabile ed ecosostenibile.

“Con questo itinerario abbiamo cercato di combinare i tre fattori che determinano il successo di un viaggio: un buon rapporto qualità/prezzo, una durata del tour non impegnativa per i clienti e un numero limitato di partecipanti ­-  dichiara Fabrizio Cianella, product manager dell’Africa del Sud -. Siamo così riusciti a realizzare un itinerario che, in soli undici giorni, include tutte quelle  escursioni, attività e visite che sono un must in Namibia, unitamente a sistemazioni eco-sostenibili e strategicamente vicine a ogni punto di interesse, per gruppi che partono da un minimo di due a un massimo di otto partecipanti. E i dati positivi ottenuti nei  primi mesi di vendita, ci dimostrano che questo nuovo tour è stato accolto con entusiasmo da agenzie e clienti”.

E proprio per dar seguito ai riscontri positivi ottenuti, Mappamondo sta già lavorando per il periodo autunnale programmando partenze con la novità dell’anno su questa destinazione: il volo Qatar Airways che dal 27 settembre collegherà Roma, Milano, Venezia e Pisa con Windhoek, via Doha.

Il tour “Tutto Namibia”, che parte da Windhoek con una guida che parla italiano, è stato studiato su misura per vivere il meglio di questo Paese e coniugare la tipica atmosfera africana, la cultura, la natura incontaminata e i suoi animali; si potrà ammirare il Parco di Etosha, incontrare la popolazioni Himba o partire alla ricerca degli elefanti, fino ad arrivare al deserto Namib attraverso la famosa Skeleton Coast.
Le sistemazioni proposte sono eco-sostenibili e/o socialmente responsabili grazie alla collaborazione con le comunità locali o a progetti mirati, come quello del Palmwag Lodge nel Damaraland, sede del “Save The Rhino Trust” impegnato nella lotta contro il bracconaggio del rinoceronte nero.

La Namibia è inserita nella brochure "Fantastica Africa Australe" pubblicata in versione monografica.
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti