Per Palermo “interesse modaiolo”

“Il 2015 è stato un anno che complessivamente ha confermato il trend positivo della città di Palermo, trend che in base alle prenotazioni già ricevute e confermate dovrebbe vedere anche per il 2016 la crescita delle presenze turistiche”. Così esordisce Nicola Farruggio, presidente Federalberghi Palermo, illustrando l’andamento del turismo nel capoluogo siciliano.
A sostenerne il successo, una maggiore penetrazione mediatica delle varie attività culturali, “unita alla valorizzazione di alcune aree, ma anche la crescita di una vivacità giovanile della città”.
Sono fattori che hanno contribuito a stimolare un interesse nuovo, “quasi modaiolo per Palermo ed i suoi luoghi caratteristici”. In questo senso si sta registrando un aumento dei turisti stranieri oltre che italiani, che hanno cominciato a rivalutare la vacanza in Sicilia, con Palermo come tappa fissa.

Occupazione da migliorare
L'occupazione media annua alberghiera, anche se in crescita, è una performance da migliorare.
“Ci attestiamo oggi ad un 40% – dichiara il manager -, troppo poco per garantire una corretta redditività, ma i margini di incremento sono più ampi e questo ci fa sperare per il futuro”. Un futuro che si scontra con un progressivo calo delle tariffe, fenomeno nato da un’azione aggressiva delle politiche commerciali.
“Sotto questo aspetto – sottolinea Nicola Farruggio – abbiamo stimolato, come federazione, a non abbassare il livello dei servizi”. Il “cancro”, come lo definisce il presidente, dell’extralberghiero irregolare si è diffuso anche a Palermo, “provocando danni per tutti, turisti compresi. Oggi – commenta – ci troviamo a convivere con un numero non quantificabile di falsi alberghi che erodono fette di mercato importanti, con il vantaggio della semplificazione amministrativa e normativa, eludendo i controlli”.

Internazionalizzazione
Tra le risposte più recenti, lo sviluppo dell’internazionalizzazione delle presenze.
“Abbiamo intrapreso con la società di gestione dell'aeroporto Falcone Borsellino un rapporto sinergico – sottolinea il manager – che ci vede insieme ad alcune compagnie aeree promuovere la destinazione in modo sistemico. L'importanza del collegamento diretto resta fondamentale e la sua stagionalità non può che essere elemento penalizzante”.
Anche come distretto turistico Palermo-Costa Normanna si stanno attivando una serie di iniziative d'internazionalizzazione che nel breve vedranno presente la rete nelle maggiori fiere internazionali. Sul fronte infrastrutturale alberghiero “diverse sono le iniziative in cantiere e quelle che i vari imprenditori hanno già intrapreso nell'ultimo periodo. In linea di massima oggi contiamo su un'ottima ricettività – assicura il presidente Farruggio – forse anche sovradimensionata rispetto ai flussi medi. Riqualificare è sempre per noi l'azione più corretta anche se in città si prevedono le aperture di alcune strutture nuove, segno che c’è molta voglia di investire nel settore”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti