Tre consigli all’Italia dai vicini

Siamo vicini in tanti sensi, ma ci battono da anni clamorosamente. Abbiamo chiesto alla Spagna tre consigli per recuperare posizioni nel turismo e salire nelle prime tre posizioni: uno generale, uno al mondo politico e uno agli operatori.
Il primo: “L’Italia è un paese meraviglioso con un patrimonio storico e culturale impressionante. In gran parte l’offerta si vende da sola, ma non basta. Il potenziale rappresenta ancora la parte nascosta dell’iceberg. Per recuperare posizioni in un mercato in costante evoluzione, ci vuole impegno e dedizione da parte del settore turistico: gli enti pubblici e il settore privato devono lavorare per definire obiettivi comuni sotto un brand omogeneo”.
Il secondo: “Prima di fare promozione si deve lavorare al miglioramento delle infrastrutture, sia quelle alberghiere sia dei trasporti, allo scopo di rendere l’offerta turistica più concorrenziale in stretta collaborazione con le rispettive amministrazioni regionali e locali per trasmettere un’immagine di brand più solida e compatta”.
Il terzo: “Gli operatori dovrebbero reinventarsi, essere più articolati e flessibili nelle proposte, oltre a favorire la diversificazione, il turismo esperienziale e la specializzazione”. Sotto a chi tocca.                                                                       

Tags: ,

Potrebbe interessarti