Tutto sotto controllo

Gli ultimi dati rilasciati da Tui segnalavano un incremento del 9% nelle prenotazioni estive da parte del mercato britannico con la Spagna continentale, le Baleari e le Canarie “a registrare la crescita più significativa”. E in un’intervista al quotidiano Bild (finito nella tempesta da poco per ben altre dichiarazioni) il numero uno Fritz Joussen ha previsto il pieno totale su Maiorca ad agosto e un anno record per il Paese iberico, al quale il gruppo ha destinato 26 mln di euro in più per ridisegnare la capacità dopo gli ultimi eventi in Nord Africa. Come se non bastasse ha sottolineato la crescente domanda delle Canarie, di un 35% in più tra i clienti tedeschi. "Non ci sarà nessun last minute quest’estate per la Spagna", ha affermato.
Per il momento in casa nostra nessuno pare aver problemi. Alla domanda “Molti mercati stanno prenotando la Spagna. Riscontrate difficoltà a trovare posto per i vostri clienti?”, il 76% degli adv interpellati dall’Osservatorio Guida Viaggi ha risposto di no. Un 19% segnala qualche difficoltà e solo il 2% molte. Una visione che appare allineata al trend delle vendite di quest’anno sulla destinazione: secondo il 52% degli interpellati è uguale allo scorso anno (63% nel 2015), per il 37% (24% nel 2015) sta andando meglio e per l’11% è in calo (13% nel 2015). Che gli italiani si muovano tardi non è una novità, che da più parti ci si stia organizzando per scongiurare il pericolo del “resto senza posto” è altrettanto vero. Il resto lo scopriremo strada facendo.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti