Belmondo: “Cambiano i trend incoming”

Incoming concentrato su Veneto e Friuli per Belmondo, t.o. che fa parte del consorzio Incoming Italia. Il mercato tedesco è il suo core business, vale “più del 60% dei flussi totali – dichiara a Guida Viaggi il titolare Gianni Perini -. Un bacino che sta andando bene, per quanto riguarda Tui Germania abbiamo un +50% di prenotato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”. Buoni segnali arrivano anche dal mercato inglese, “Tui Uk è in crescita”. Il manager mette in luce però un aspetto importante, c’è da considerare che Thomas Cook non ha più voli su Jesolo, a fronte della grande concorrenza low cost, e adesso “è solo Tui Uk a fare il charter”, che ovviamente si aggiunge all’offerta di volato che prevede linea e low cost. Guardando agli altri mercati, quello austriaco “è stabile – osserva il manager -, mentre quello scandinavo è avanti con le prenotazioni e quello finlandese sta tornando”. Diversa la situazione per il mercato russo, “che è fermo come l’anno scorso”.

In termini di scelte sul fronte delle sistemazioni il manager rileva alcune inversioni di tendenza, dettate dal fatto che, “fino a qualche anno fa si registrava una tendenza in aumento per gli appartamenti e meno per i soggiorni alberghieri, ora – sottolinea Perini – i turisti tendono a fare periodi più brevi di vacanza e optano più per gli alberghi che per gli appartamenti. Mentre i campeggi, che negli ultimi anni hanno avuto un incremento, ora sono stabili”. Per un approfondiemnto dell'argomento rimandiamo al numero 1504 di Guida Viaggi in distribuzione da oggi. s.v.

                           

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti