Speciale USa&Canada_Arrivi stabili per il Canada

Tra la comunità italo-canadese che mantiene vive le relazioni e i nostri connazionali che la scelgono per le vacanze più importanti dell’anno, la destinazione Canada mantiene un interesse stabile sui visitatori dal Belpaese.
La rappresentanza turistica manca dall’Italia da tempo e Destination Canada si promuove in undici mercati, dieci oltreoceano più gli Usa. Francia, Australia, Cina, india e Brasile coloro che hanno registrato le crescite maggiori nel 2015.
Il divario tra noi e i francesi è enorme: 500mila i cugini d’Oltralpe e 115mila gli italiani che si sono recati in viaggio, di un milione e mezzo dall’Europa, dove il Regno Unito è il solito a primeggiare con 715mila arrivi.

I voli
Le compagnie aeree dimostrano di accogliere la domanda con risultati ottimali da parte del trade. “Il 2015 va in archivio molto bene per Air Canada e tutti gli indicatori fanno presagire un 2016 ancor più stimolante poiché la nostra offerta crescerà del 22% con oltre 23mila posti in più dall’Italia – commenta  il direttore generale, Umberto Solimeno -. Abbiamo l’11% in più di voli, con incrementi su Malpensa, Venezia e Roma per Toronto e Montréal”.
Tra i canali di vendita cresce soprattutto il b2b (agenzie di viaggi e tour operator), registrando un aumento del 16,7%, mentre l’online b2c incrementa dell’11%, il canale diretto telefonico/biglietterie del 7%. Dal 16 aprile sono ripartiti i voli non stop Fiumicino-Toronto di Air Transat: saranno sei alla settimana durante tutta la stagione estiva, operati con A330-200 e 300 e A310-300. Il vettore, rappresentato in Italia da Rephouse Gsa, conferma tutto l’operativo stagionale  che comprende i cinque servizi su Montréal, i due da Venezia per Toronto e altrettanti sul Québec, la collaudata frequenza settimanale da Lamezia per Toronto. Infine aggiunge l’esclusiva per il mercato italiano: il no-stop Roma– Vancouver, che opererà ogni sabato a partire dal 18 giugno. Alitalia effettua tutti i giorni il Roma-Toronto.

Nuove regole d’ingresso
“Dal 15 marzo è obbligatorio l’electronic travel authorization, ma fino al 29 settembre vige un periodo di clemenza”, spiega l’Ambasciata a Roma. I visitatori per via aerea provenienti da Paesi esentati dall’avere il visto, come l’Italia, dovranno munirsi dell’autorizzazione di viaggio elettronica, simile all’Esta statunitense.
La richiesta si fa online con un passaporto valido, una carta di credito e un indirizzo di posta elettronica. L'eTA viene collegata elettronicamente al passaporto del richiedente e sarà valida per cinque anni o fino alla scadenza del documento, se questa interviene prima. Il costo è di 7 dollari canadesi. Se si arriva in aeroporto sprovvisti è possibile farlo da qualsiasi dispositivo con una connessione internet, compresi i cellulari.
“E’ una semplice procedura online – spiega la rappresentanza diplomatica -. La maggior parte dei richiedenti può aspettarsi di ricevere una risposta tramite posta elettronica entro pochi minuti”. Non occorre stampare l’autorizzazione in quanto è collegata elettronicamente al passaporto.

 

CONCIERGE
A Malpensa con Air Canada è arrivato il maggiordomo in aeroporto. Unico in Italia ad attivare il servizio, il vettore introduce il concierge per i clienti vip, business, élite e super élite per i voli in partenza e in arrivo. Si occupa del noleggio di un’auto, della prenotazione di un hotel o del ristorante, dell’acquisto di un cadeaux, di un biglietto di teatro, di un omaggio floreale. Il servizio è stato avviato quattro anni fa in 42 scali internazionali e sarà aggiunto anche a Fiumicino.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti