Speciale USa&Canada_Dall’Europa il volo diventa low cost

Con 32 voli diretti e giornalieri da sei scali italiani verso 11 destinazioni, gli Stati Uniti si confermano la macro destinazione più calda dell’estate di lungo raggio. L’incremento significativo dei collegamenti aerei non riguarda solo l’Italia, ma come di consueto s’innesta su un altrettanto importante rinforzo da diversi hub europei, mentre prendono piede i servizi low cost. E’ Norwegian Air ad avere lanciato l’offerta a tariffe stracciate su ben 33 rotte a stelle e strisce, da sei scali europei, compresi Charles de Gaulle e Gatwick. Tra le novità del 2016 Copenhagen-Boston e Londra-Oakland dal 12 maggio, Oslo-Las Vegas dal 1° novembre. Da Roma conta di farlo dal 2017 per sua esplicita affermazione. Intanto le major si sbizzarriscono su mete alternative. Air France volerà per la prima volta su Minneapolis da Parigi, mentre Delta avvia le operazioni sulla città del Minnesota da Roma; Condor ha scelto Austin per una delle sue rotte stagionali ed airberlin introduce più frequenze dall’Italia su Duesseldorf, per andare a feederare i servizi sulle new entry Boston e San Francisco. Iberia inizia con tre frequenze alla settimana su Porto Rico fino alla fine di ottobre, da Londra Gatwick arriva il giornaliero su New York di British Airways, mentre a Monaco Lufthansa fa partire un Denver andando a bissare la rotta sul Colorado già operata da Francoforte. “Denver è un’importante porta di ingresso agli Usa dal 2001 – spiega la compagnia -. Circa 3 milioni di viaggiatori hanno usufruito del servizio aereo da e per Francoforte e l’inserimento del diretto cinque volte alla settimana da Monaco ne testimonia l’importanza”. Tra le novità del gruppo tedesco il Boston di Eurowings e San Jose in California dal 1° luglio, che anche Ba inserisce da Londra Heathrow. Diversi sono i cambi di macchina, aerei più grandi come l’A380 vanno a incrementare il numero di posti laddove la domanda con la Summer esplode letteralmente. Insomma, il futuro dei voli transatlantici non può che riservare continue sorprese dopo che il Solar Impulse 2 ha volato per tre giorni e tre notti, dalle Hawaii a San Francisco, senza alcun tipo di carburante, spinto da quattro eliche con più di 17mila celle solari installate sulle sue ali.

Visit Usa Italy
“Possiamo fare di più”

L’outgoing Italia-Usa conta 934mila arrivi (2014) e un incremento dell’11%. Per il 2015 il dato disponibile è a tutto giugno con 430mila403 ingressi e il segno più che si attesta al 5%; quando le statistiche dell’anno intero saranno rese note si potrà verificare il raggiungimento dell’agognato obiettivo del milione di italiani. “Le nostre performance hanno grande potenziale di crescita – commenta la presidente di Visit Usa Italy, Olga Mazzoni -. Possiamo fare di più e meglio, diversificando l’offerta. Aumentano i voli e i prodotti non mancano, dobbiamo solo adottare nuovi codici di coniugazione e un approccio creativo nelle proposte di viaggio. Sono ancora troppe le nicchie di mercato  non toccate: avventura, sport e turismo di cultura possono fare una grande differenza”.
Intanto American Airlines, Emirates, Lufthansa, Virgin Atlantic hanno aderito all’associazione che promuove la travel industry e i viaggi verso gli Stati Uniti d'America. Con il loro ingresso, Visit Usa Italy rafforza la compagine societaria che raggiunge i 56 part-ner ordinari italiani (cioè 35 tour operator, sei aerolinee con anche Aa e Delta, 15 tra enti e servizi), 23 aziende americane e i 10 membri onorari della stampa.

Più servizi
e prodotti migliori

Come detto, dal Belpaese sarà ancora una stagione molto volata: i servizi giornalieri sono 28 più 4, grazie a Delta che vola ad Atlanta fino a due volte al giorno, da giugno a settembre, e lo stesso farà Alitalia su New York da Roma. La compagnia italiana ha deciso di riprendere anche gli stagionali su Los Angeles e Chicago. Migliora il prodotto di American Airlines, che dal 5 maggio opera con un aereo nuovo il Roma-New York (Jfk). Entra in servizio un B777-200 con poltrone completamente reclinabili in business, ciascuna con accesso diretto al corridoio e monitor da 16 pollici, mentre in economica ci saranno 15 cm. di spazio in più per le gambe e schermo per il sistema di intrattenimento a bordo installato in ogni posto. Per tutti, la possibilità di accedere al servizio di connessione wifi. Nel suo venticinquesimo anniversario di servizio da Fiumicino, Delta offre ben 19mila posti alla settimana su quattro città: Atlanta, New York-Jfk, Detroit e Minneapolis, fra giugno e la fine di agosto, per cinque voli diretti. Ai quali vanno ad aggiungersi le consuete operazioni dagli altri scali della penisola per cui “le prenotazioni per i mesi estivi sono in linea con le aspettative, anche a fronte dell’aumento di capacità dal nostro mercato, pari al 16% nei mesi di luglio agosto e settembre”, commenta la direttrice commerciale, Patrizia Ribaga. A parte l’annuale Milano-Nyc, le rotte stagionali di United confermate sono New York (Newark) dal 18 marzo da Roma, seguita dal Washington dal 6 aprile e Chicago dal 6 maggio. Sempre il 6 maggio viene inaugurata la rotta stagionale Venezia – New York (Newark). I voli per la Summer 2016 prevedono il 90% di load factor. “Con l’introduzione del B777-200 anche da Roma (dove operava ancora il B767-400) avremo la prima classe su quattro dei cinque operativi italiani”, dichiara il sales manager Walter Cianciusi.                                    

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Potrebbe interessarti