ParkingOne punta sulle adv

C'è una nuova realtà nel mondo del turismo, il suo nome è ParkingOne ed è una rete di parcheggi a copertura nazionale creata per parcheggiare l'auto vicino a porti, aeroporti e stazioni ferroviarie italiane, coprendo il segmento leisure e quello bt.

Tra gli obiettivi perseguiti c'è "l'espansione sul territorio nazionale e la capillarità oltre alla possibilità di offrire servizi ancillary alle adv, oltre ai parcheggi – spiega l'amministratore unico Mauro Ferraresi, durante il suo intervento al meeting di Gens Group -. L'ultima new entry è l'aeroporto di Bari", fa sapere il manager. Ad oggi sono 28 i parcheggi che fanno parte della rete, ma il numero è in fieri. Il manager non ha dubbi sul fatto che il parcheggio debba essere "uno dei servizi che le adv devono vendere assieme ai noleggi, ai noleggi con conducente, alle assicurazioni". Basti dire che alla domanda "in quanti prenotano da soli un parcheggio?", la risposta data dal manger è "il 60%", il che è indice del potenziale da dover catturare e portare in adv. Certo, nel mondo della distribuzione ci sono sempre casi virtuosi di agenzie. Infatti, tra il pubblico di agenti di viaggi presenti al meeting c'è anche chi ha alzato la mano affermando che nella sua agenzia "il 90% dei viaggi è prenotato con parcheggio", ma forse non è ancora la norma. 

L'idea di Ferraresi è quella di voler creare una sorta di "centro commerciale per le adv, in cui possano trovare assistenza aeroportuale, per gruppi, desk, macchine d'epoca, vendita di biglietti per concerti, partite di calcio, sim card per chattare nel mondo. Per esempio noi siamo il distributore italiano di ChatSim, che si può avere pagando 10 euro fissi all'anno. Il tutto effettuando il pagamento con Paypall". A breve saranno disponibili anche le barche a motore e a vela in tutto il mondo, il noleggio con conducente. Si ragiona anche su possibili servizi accessori per bambini. L'obiettivo per il 2016 è 1 milione di euro di fatturato. 

Lo strumento è il sito (b2b2c), operativo da un mese e mezzo. E' stato testato sul pubblico e su di un gruppo di agenzie, ad oggi sono "5.600 quelle attive e registrate con password", dice Ferraresi, che vede nel canale agenziale lo strumento giusto attraverso il quale veicolare il proprio prodotto. s.v.

Tags: ,

Potrebbe interessarti