Bologna Welcome: concluso il restyling del sito

Si è concluso il processo di restyling di www.bolognawelcome.it , il portale ufficiale del Convention and Visitors Bureau di Bologna che fa da punto di riferimento per visitatori italiani e internazionali in visita a Bologna per svago, lavoro o studio. È online il nuovo Bolognawelcome.it con una veste grafica completamente rinnovata che segue uno stile flat a orientamento verticale – come previsto dalle tendenze internazionali più all’avanguardia e un progetto innovativo di organizzazione dei contenuti. Sul portale Bolognawelcome.it sono le immagini a giocare un ruolo da protagonista, assieme ai contenuti social e multimediali (in particolare video), capaci di offrire all’utente un racconto della città immediatamente fruibile ed in grado di incuriosirlo e attrarlo.

Il restyling del portale non riguarda solo la scelta delle immagini, ma anche i contenuti che presentano la destinazione. Proprio per questo sono state avviate delle collaborazioni tra la redazione interna di Bologna Welcome ed esperti, giornalisti, testimonial, che hanno raccontato la destinazione sulla base dell’esperienza che hanno vissuto, facendo emergere punti di vista soggettivi, tipici del passaparola, pur tutelando la veridicità dei contenuti.

Tra le principali novità di Bolognawelcome.it anche una riorganizzazione dei contenuti che integra informazioni e servizi turistici a Bologna e tutto il territorio metropolitano, tra pianura e Appennino.

Attraverso un sistema di “evidenze laterali” vengono mostrate all’utente le iniziative collegate ai luoghi, percorsi ed eventi descritti all’interno del sito, così da facilitare la ricerca immediata di proposte di tour e attività in linea con i propri interessi, che potranno essere selezionate e richieste online  – e presto prenotate grazie al sistema di e-commerce attualmente in fase di implementazione – o, una volta in città,  presso i punti di informazione ed accoglienza turistica Bologna Welcome in Piazza Maggiore e presso l’Area Arrivi dell’Aeroporto Guglielmo Marconi. Il nuovo sito è pubblicato in italiano ed inglese; e sarà presto disponibile anche in cinese, russo, francese, tedesco, spagnolo e portoghese.

 

Tags:

Potrebbe interessarti