Eggert, Lh: “Farà bene alle adv”

Nel 2012, il ceo della Iata ha detto: “Se il mobile è una via necessaria per i vettori, che vogliono aumentare l’audience di clientela, la stessa evoluzione è indispensabile alle agenzie di viaggi”.
Per Skyscanner l’accesso da smartphone e tablet nell’ultimo anno è aumentato del 60% e rappresenta il 59% delle ricerche di voli.
Secondo Amadeus, in Italia il 20,8% dei possessori di cellulari evoluti accede almeno una volta al mese a servizi travel (prenotazioni, recensioni, confronto tariffe), un dato che rappresenta addirittura oltre un quarto del totale (26%) per la fascia degli “young adults” (18-24 anni).
Confrontando lo stesso dato con i principali Paesi europei, l’accesso degli italiani risulta quasi doppio.
Il punto è proprio l’accessibilità. “Ndc è uno standard dell’industria del trasporto aereo che farà bene anche alle agenzie di viaggio”, spiega il d.g. di Lufthansa in Italia, Thomas Eggert.

I pilot carrier
Lh e Swiss sono tra i pilot carrier europei di New Distribution Capability e stanno conducendo sperimentazioni con tour operator in Germania. “Essendo uno schema aperto ogni azienda del turismo può sperimentarlo, così stiamo portando avanti progetti pilota con Elle Tour e con un fornitore di tecnologia che si chiama Data Text”.
Eggert è convinto che Ndc arricchirà l’offerta per adv e t.o, oltre a dare enormi possibilità di spiegare meglio il prodotto alle compagnie aeree.
Ad esempio mostrando anche un video. “Gli sviluppi sono tanti, ma siamo all’inizio dei test, ci vorrà tempo”.         

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti