Giro d’affari in aumento per Cartorange

Un giro d’affari cresciuto del 15% nel 2015 e una crescita che dal 2012 al 2015 ha raggiunto il +50,2%. E' la progressione di fatturato registrata da Cartorange, che ha toccato il traguardo dei 450 consulenti di viaggio network nella rete. I risultati sono stati presentati durante la convention del 18-19 giugno a Roma. Per il 2016-2017 l'azienda intende inserire 150 nuovi consulenti.

"In un contesto difficile per il turismo organizzato noi siamo cresciuti puntando su tre fattori chiave: esperienze, consulenza e personalizzazione –afferma Gianpaolo Romano, amministratore delegato di CartOrange–. La figura del consulente di viaggio si conferma la più adatta a interpretare le esigenze di una clientela che non si accontenta più del fai da te o del pacchetto, ma chiede di essere seguita e coccolata prima, durante e dopo il viaggio».

In questa direzione va una delle novità lanciate da CartOrange per i prossimi mesi, cioè un set di servizi ed esperienze da associare ai viaggi prenotati (alla partenza, durante la vacanza e poi al ritorno) con cui il cliente può godersi un viaggio sicuro e senza pensieri. Per quanto riguarda destinazioni e itinerari, CartOrange punta da sempre su una proposta di qualità, anche con mete al di fuori dei circuiti più battuti. In questa tendenza si inserisce la partnership con l’Ente del Turismo di Israele, che ha illustrato la propria programmazione ai 200 delegati CartOrange con un aperitivo sul set del film The Young Messiah a Cinecittà.

Tags:

Potrebbe interessarti