Gattinoni: “L’acquisizione delle Marmotte naturale conclusione”

Una naturale conclusione”. La definisce così Franco Gattinoni, presidente di Gattinoni Mondo di Vacanze l’operazione di acquisizione del network LeMarmotte. Non un semplice dossier sul tavolo da valutare, ma una conoscenza in essere da tanti anni, che era già sfociata in una collaborazione tra le due reti. “Davamo un supporto alle loro adv che emettevano la biglietteria”, spiega il manager a Guida Viaggi. De LeMarmotte Gattinoni mette in luce il fatto che stiamo parlando di un network di adv con un “unico gestionale, con un valore condiviso sul prodotto e sul progetto. Il che fa sì che si riesca a collaborare in modo sinergico”. Oltre al valore di un unico marchio, altro punto di contatto tra le due realtà. In questo modo Gattinoni Mondo di Vacanze arriva a quota 820 adv, numerica che sale a 850 se si considerano le 30 nuove affiliazioni, ossia le 30 nuove adv che entreranno a far parte del network.

Le adv LeMarmotte
In pratica cosa succede alle adv LeMarmotte? A spiegarlo è Manuela Marazzini, che è coinvolta nel progetto e segue il processo di integrazione delle reti. “Le adv LeMarmotte diventano partner di Gattinoni Mondo di Vacanze. Siamo un network in franchising, con adv molto storiche, senza turn over, che sono presenti sul territorio anche da 15 anni.” L’obiettivo dell’operazione è puntare allo sviluppo nella continuità. "Questo implica la volontà di gestire il nuovo progetto senza alcuna perdita di identità per le adv – assicura la manager -, che sono conosciute sul territorio come adv LeMarmotte”.
L’operazione di acquisizione riguarda solo i punti vendita in franchising, in quanto l’assetto proprietario formato da bt, ufficio gruppi ed adv di proprietà (5) resta invariato, con Bruno Marazzini quale presidente.
Quale è stata la reazione delle adv? “Sono fiduciose nel progetto, hanno compreso il senso della sinergia, avvertiamo positività in quanto viene tutelata la continuità in termini di asset e la possibilità di sviluppo”, afferma Marazzini.

L’obiettivo di Gattinoni
“Stiamo crescendo con tante adv”, commenta il manager, che ribadisce il suo programma, sintetizzato nel “mille e non più mille”, che diventa una dichiarazione di intenti: “Non ci interessano più altre acquisizioni, ci sono tante realtà che vorrebbero…(entrare, ndr), ma noi vogliamo crescere solo con l’affiliazione. Nel Nord Italia siamo arrivati come numero di adesioni, mentre al Centro-Sud c’è ancora spazio di crescita, nel Lazio, in Campania, nelle Marche”. L’obiettivo è avere un “network nazionale con un numero di punti vendita corretti”.
Quello che interessa al manager è chiaro, si chiama “qualità dei punti vendita, di fatturato, di rapporti e condivisione di un progetto che guarda a obiettivi comuni”.
Alla domanda su quali siano le prossime sfide della distribuzione, Gattinoni non ha dubbi: “Dare i servizi che le agenzie chiedono, ottimizzare il prodotto, avere sistemi tecnologici all’avanguardia, portare nuovi clienti in adv”. s.v.

 

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti