Twizz: “Un’estate che non lascia tregua”

E’ un’estate molto difficile, che non lascia tregua, in cui ogni giorno c’è un problema differente da affrontare”. Non usa mezzi termini Franco Fumagalli, a.d. di Tau Viaggi e Twizz, nel delineare il quadro attuale, tra perdite di tempo nelle riprotezioni e disdette sulle destinazioni, “a partire dalla Francia, Belgio Turchia, Tunisia e a grappolo anche nei Paesi dove il problema non c’è, ma è conseguenza di matrice, come Marocco e Giordania”. Per questo è complesso tracciare un trend delle vendite: “Dipende dalle destinazioni – prosegue il manager -. Oceano Indiano, Malta, Cipro sono in crescita, rispettivamente del 15%, 20% e 10%. Alcune sono stazionarie, come Grecia, Italia, Europa in genere, Usa, altre, come Marocco, Tunisia, Turchia in netta discesa; in leggero calo Israele e Giordania". Ma quanto hanno inciso a oggi i disservizi delle compagnie aeree, quanto il terrorismo e verso quali mete alternative si stanno reindirizzando i flussi? “I disservizi dei vettori fortunatamente non ci hanno coinvolto – risponde Fumagalli -, mentre per quanto riguarda gli attentati, ovviamente le disdette sono state parecchie e ancora in atto. E’ ovvio che si cerchino destinazioni da sviluppare e che siano alternative”. Ma il punto è che “basta solo che accada qualcosa e siamo da capo”. Secondo il manager è “opportuno lo sviluppo in genere delle destinazioni in cui si crede, al di là dell’affanno a cercare alternative di spostamento passeggeri, che in questo momento sono in primis impauriti e alla ricerca di sicurezza più che di mete”.
Twizz, ricordiamo, è top partner di NF Travel & Technology Event, in calendario il 29 e il 30 settembre; per seguire sui social la manifestazione e tutti gli aggiornamenti, #NF16. n.s.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti