Tanta solidarietà a favore dei terremotati

Dai privati alle istituzioni, dalle aziende ai territori, dall'ipotesi Jackpot agli sms, prosegue la gara di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dal sisma in Centro Italia.

Alitalia si è subito attivata per dare un contributo concreto, offrendo la propria disponibilità alle autorità nazionali e locali coinvolte nell’emergenza, anche attraverso il contributo di un team della compagnia appositamente addestrato per l’assistenza psicologica. Il vettore intende inoltre contribuire alla raccolta fondi sia direttamente, con apposito conto corrente bancario aperto alle donazioni volontarie del proprio personale, sia attraverso la promozione del “numero solidale emergenza sisma” (45500) istituito dal dipartimento della Protezione Civile attraverso annunci rivolti ai passeggeri a bordo degli aerei. La compagnia sta anche studiando iniziative per agevolare il ricongiungimento dei parenti delle vittime del terremoto attraverso la propria rete di collegamenti.

Anche Etihad Airways, partner di Alitalia, si è impegnata a fornire assistenza ai soccorsi, attraverso l’apertura ad Abu Dhabi di un fondo di emergenza per le donazioni del suo personale. Inoltre Etihad Airways si sta organizzando per inviare migliaia di coperte nelle zone interessate dal sisma.

easyJet si mobilita e a partire da oggi e fino al 16 settembre su tutti i voli operati dai 29 aeromobili distribuiti tra Milano Malpensa, Venezia e Napoli. Sarà offerta la possibilità di effettuare una donazione a favore delle persone colpite dal sisma. Le somme raccolte saranno devolute alla Croce Rossa Italiana.

C’è poi l’esempio della grande famiglia delle pro loco riunite nell’Unpli (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia). “Le oltre 6.000 pro loco associate – ha dichiarato il presidente Unpli, Claudio Nardocci – faranno tutto ciò che sarà possibile per non lasciare soli coloro che avranno l’arduo compito di ricostruire il futuro di queste località. Siamo da sempre i custodi della cultura e delle tradizioni di questi splendidi luoghi colpiti dall’immane sciagura”.

“Proporrò immediatamente – ha concluso Nardocci – al Consiglio Unpli Lazio e poi al consiglio nazionale, di lanciare un'altra campagna di raccolta fondi dal titolo ‘Un’amatriciana per Amatrice’, mettendo a frutto la nostra esperienza in campo enogastronomico, da affiancare a quella lanciata immediatamente dopo i tragici eventi ”.

Domenica 28 agosto l’incasso dei musei statali sarà devoluto, per volontà del Mibact, ai terremotati.l.d.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti