ll Giappone considera la riduzione delle tasse aeroportuali

Il governo giapponese prevede di ridurre le tasse di atterraggio in diversi scali minori per incoraggiare i viaggi nei centri turistici regionali.
Il ministero dei Trasporti sta infatti valutando un taglio fino al 50% in alcuni aeroporti secondari che sono collegati con i principali hub, come quelli di Tokyo e Osaka e prevede inoltre di ridurre le fee per i voli diretti internazionali che servono le città più piccole.
L'obiettivo del governo è distribuire i visitatori internazionali in modo più uniforme in tutto il Paese e assicurare alle regioni un peso maggiore in termini di share turistico.
Il Giappone è fiducioso di raddoppiare il numero di arrivi internazionali a 40 milioni entro il 2020, quando Tokyo ospiterà i prossimi Giochi Olimpici. 

Tags:

Potrebbe interessarti